Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Economia Sicilia: la Finanziaria spiegata in dettaglio



Bilancio e Finanziaria (che ora si chiama Legge di stabilità) 2021-2023 mobilitano quasi 20 miliardi di euro in Sicilia e segnano un rafforzamento delle misure di ristrutturazione finanziaria della Regione e consentono di proseguire nel  percorso di risanamento dei conti pubblici regionali, tenendo conto dell’accordo stipulato tra la Regione Siciliana e lo Stato per il rientro dal disavanzo e la riqualificazione della spesa. Una spiegazione in dettaglio delle misure contenute nella Finanziaria curata dall’Ufficio stampa della regione siciliana.

“Approvati, dall’Assemblea regionale siciliana, Bilancio e Legge di stabilità 2021-2023 che segnano un rafforzamento delle misure di ristrutturazione finanziaria della Regione Siciliana nel solco dell’impostazione data dal governo Musumeci. Prosegue così il percorso di risanamento dei conti pubblici, tenendo in considerazione anche le previsioni dell’Accordo stipulato tra Regione e Stato lo scorso 14 gennaio” si legge in un commento contenuto nel comunicato della Regione siciliana sulla Finanziaria.

Economia Sicilia: misure e interventi della Finanziaria

  • Monitoraggio e regolazione della spesa: per attuare l’accordo con lo Stato: l’assessorato dell’Economia potrà adottare misure di regolazione e monitoraggio della spesa senza precedenti. sui vari rami dell’Amministrazione regionale, per garantire il raggiungimento degli obblighi assunti di rientro dal disavanzo e di riduzione strutturale della spesa corrente.
  • Canoni di locazione: riduzione dei canoni di locazione passiva e incremento dei canoni per locazioni attive e delle concessioni demaniali.
  • Società partecipate: gli amministratori hanno l’obbligo di predisporre un piano di rientro che prevede una riduzione  delle  spese  correnti  pari  al  3%  rispetto  a  quelle sostenute nell’anno 2020.
  • Risparmi sugli interessi passivi: la Regione può rinegoziare i mutui senza incremento del debito, anche avvalendosi di Cassa Depositi e Prestiti, per ottenere risparmi sugli interessi passivi attualmente corrisposti.
  • Acquisti centralizzati: ampliate le competenze della Centrale unica di committenza sugli acquisti di beni e servizi per conseguire economie di scala.
  • Riscossione tributi: è dato mandato al Governo Regionale di definire un accordo con gli organi statali per definire il percorso di transito di Riscossione Sicilia spa in seno all’Agenzia delle Entrate, come previsto dalla legge di stabilità nazionale. L’accordo è già stato sottoscritto dall’assessorato dell’Economia.
  • Risparmi per il personale: per contenere la spesa è prevista la riduzione per il triennio 2022-2024 della dotazione organica dell’amministrazione regionale sia per la dirigenza sia per il comparto non dirigenziale. Nel contempo, è previsto il reclutamento per 36 mesi, a valere sui fondi extraregionali, di personale non dirigenziale con lauree specialistiche.
  • Risorse per le imprese: con la Banca europea degli investimenti è già stato sottoscritto l’accordo per 100 milioni di euro.
  • 250 milioni di fondi extraregionali per i ristori: il governo Musumeci, inoltre, ha avviato una rimodulazione di fondi europei e nazionali extra finanziaria da utilizzare per i ristori alle imprese colpite dalla crisi dovuta alla pandemia. Su questo tema è già stato avviato a Palazzo d’Orleans un confronto tra l’assessorato alle Attività produttive e le associazioni imprenditoriali, per stabilire  i criteri e le modalità per l’erogazione dei contributi. 

Economia Sicilia: in Finanziaria misure per le imprese artigiane

  • Credito alle imprese artigiane: finanziato con 30 milioni di euro il fondo (ex art. 41 legge regionale 18 febbraio 1986) gestito dalla Crias per le agevolazioni all’artigianato siciliano. Gli assessorati alle Attività produttive e all’Economia stabiliranno modalità e requisiti per l’ammissione ai benefici. 
  • Ristori: Due milioni di euro vengono impegnati per i contributi a fondo perduto a favore del settore della ristorazione, del wedding, delle cerimonie e della moda. Sarà l’assessorato alle Attività produttive a individuare i codici Ateco delle imprese aventi diritto.
  • Cinema e fotografi: per i proprietari di sale cinematografiche e attività fotografiche sono previsti contributi a fondo perduto, attraverso un impegno di spesa di circa 2 milioni di euro,  da assegnare in via prioritaria a chi ha subito un calo di fatturato di almeno il 50 per cento. Saranno gli assessorati alle Attività produttive e all’Economia a stabilire criteri e modalità per l’accesso ai benefici.

Finanziaria: norme per burocrazia regionale e locale

  • Nuove assunzioni: 30 milioni per assumere 300 laureati con contratto triennale per aiutare Comuni e amministrazione regionale nella progettazione delle opere e negli adempimenti per la programmazione dei fondi comunitari e nazionali. La copertura della spesa arriva da fondi Poc.
  • Dipendenti regionali: stanziamento di 52 milioni di euro per l’aggiornamento del contratto dei dipendenti regionali (2019-2021).
  • Finanziamento agli enti locali: 101 milioni in tre anni (2021-2023) ai Comuni, ai Liberi consorzi e alle Città metropolitane per garantirne il funzionamento, attraverso il rifinanziamento di interventi di parte corrente e per investimenti.
  • Trattamento pensioni dipendenti regionali: sbloccata la possibilità di aderire a “quota 100” e altre disposizioni per i dipendenti regionali che vogliono andare in pensione anticipatamente (stanziati complessivamente 9 milioni di euro annui).

Politiche sociali e del lavoro: cosa prevede la Finanziaria

  • Lavoratori Asu: dopo un quarto di secolo, i 4.571 Asu impegnati nella pubblica amministrazione verranno stabilizzati. Oltre ai 39,4 milioni stanziati per il pagamento del sussidio, il governo ha aggiunto ulteriori 10 milioni per il 2021; ci saranno complessivamente 54 milioni per il 2022 e altri 54 milioni per il 2023.
  • Stagionali turismo: contributo straordinario per i lavoratori stagionali dell’area turistico-alberghiera, grazie allo stanziamento di 10 milioni provenienti da fondi Poc. 
  • Vigilanza nelle strutture di accoglienza: i Comuni, con la polizia municipale, esercitano i controlli nelle strutture di accoglienza per anziani, minori e disabili, quali asili nido, scuole d’infanzia e strutture socio-sanitarie, a tutela delle persone più fragili. Contributi per l’installazione di impianti di videosorveglianza all’interno di case di riposo ed asili, per prevenire fenomeni di maltrattamenti e abusi: 1 milione di euro.
  • Disabilità: rifinanziati i fondi per la non autosufficienza, 165 milioni per quest’anno e 290 milioni complessivamente per il biennio 2022 e 2023.
  • Studenti disabili: avvio di progetti integrativi, migliorativi e aggiuntivi in favore degli studenti con disabilità nelle scuole secondarie di secondo grado, per potenziare l’assistenza igienico-personale: con 5 milioni di euro. 
  • Spazi di aggregazione giovanile: 5 milioni per la realizzazione di interventi e proposte che favoriscano l’incontro, tenendo conto della specificità socio-culturali, della marginalità sociale dei luoghi.
  • Parchi gioco inclusivi: 1 milione di euro per la realizzazione di parchi-gioco attrezzati per attività ludiche fruibili contemporaneamente da tutti i bambini (con disabilità e non).
  • Contrasto alla violenza di genere: oltre 1 milione di euro all’anno per finanziare centri anti-violenza e case di accoglienza, iniziative per il contrasto e la prevenzione della violenza di genere e il “reddito di libertà” finalizzato all’indipendenza economica delle donne vittime.

Territorio e ambiente

  • Riordino demanio marittimo: stanziati 700 mila euro per la messa in sicurezza di aree e immobili, potenzialmente pericolosi per l’incolumità  pubblica, e per consentire la rimozione dei rifiuti lungo le coste siciliane. 
  • Piani di utilizzo del demanio marittimo (Pudm): previsto un contributo di 300 mila euro a favore dei Comuni per l’approvazione dei Pudm, strumento di programmazione che garantisce trasparenza e semplificazione nelle procedure di concessione, per le quali è disposta anche una forte sburocratizzazione. 
  • Demanio forestale: cancellato il rinnovo tacito nel caso di occupazione dei terreni. Scaduti i termini, i terreni rientrano nella disponibilità dei legittimi proprietari. 
  • Prevenzione antincendio: stanziati circa due milioni di euro, provenienti dai fondi europei e destinati al corpo forestale, con cui finanziare progetti innovativi per prevenire gli incendi nelle aree boschive siciliane. 
  • Urbanistica, creati tre fondi di rotazione: istituito un Fondo di rotazione di 500 mila euro con cui l’assessorato Territorio e ambiente può concedere contributi ai Comuni per l’elaborazione dei Piani urbanistici generali, dei piani attuativi e degli studi di settore. Creato un secondo fondo, di 500 mila euro, per conferire incarichi a progettisti ed esperti esterni alle amministrazioni comunali per l’istruttoria delle pratiche di sanatoria. E infine, previsto un terzo fondo regionale, con dotazione iniziale di 500 mila euro, con cui saranno concessi ai Comuni anticipazioni senza interessi per le spese di demolizione delle opere abusive. 
  • Commissione VIA e VAS: raddoppiato il numero dei componenti della Commissione tecnica che si occupa di supportare l’istruttoria per il rilascio delle autorizzazioni ambientali di competenza regionale, che passa da 30 a 60 membri. Ciò consentirà di esaminare con molta più rapidità le pratiche e dimezzare i tempi di rilascio delle autorizzazioni. Vengono inoltre previste sottocommissioni per materie tematiche.

Infrastrutture e trasporti

  • Sostegno alle coop di tassisti: contributi di 700mila euro per ciascuno dei prossimi tre anni alle società impegnate nel servizio di radiotaxi.
  • Trasporto gratuito sui mezzi pubblici: conferma della norma che consente a Forze dell’ordine e vigili del fuoco di poter viaggiare senza il pagamento del biglietto. 
  • Ristori al settore dei noleggi: sette milioni di euro a sostegno degli “ncc”, delle imprese di noleggio autobus e auto colpite dalla crisi Covid. 
  • Portualità: sette milioni di euro per i Comuni sedi di porti di transito verso le isole minori (cinque milioni) e per quelli di arrivo delle stesse isole (due milioni di euro). Risorse destinate, principalmente, alla manutenzione della rete stradale, alla copertura del costo dei rifiuti prodotti in ambito portuale dal flusso dei passeggeri e per la realizzazione delle aree di parcheggio.

Agricoltura, caccia e pesca

  • Forestali:  i lavoratori del comparto saranno coinvolti, per il 2021, in specifici progetti finanziati con i fondi comunitari. Previsto un investimento di 238 milioni per il 2021, 211 milioni per il 2022 e 207 milioni per il 2023.
  • Agricoltura: il settore beneficia degli investimenti comunitari, attraverso il Programma di sviluppo rurale (Psr), e di un cofinanziamento regionale di circa 50 milioni di euro.
  • Pesca: viene finanziato il fondo di aiuto alle imprese.
  • Riforma dei Consorzi di bonifica: approvati il turnover dei dipendenti stagionali e la stabilizzazione del personale: 750 mila euro le risorse a disposizione per il 2021. 
  • Caccia: disposta la riduzione del 70 per cento della tassa di concessione per l’esercizio venatorio, per la componente regionale, per gli anni 2021-2022.

Turismo, sport e spettacolo

  • Contributi alle società sportive: previsti contributi alle società professionistiche, semiprofessionistiche e dilettantistiche, regolarmente iscritte ai campionati nazionali di serie A e B, anche nei casi di sospensione del calendario o di anticipata conclusione del campionato a causa dell’emergenza Covid-19. Nel dettaglio sono stanziati: 8,15 milioni di euro per il 2020; 8,45 milioni per il 2021; 7,45 milioni per il 2022; 7 milioni per il 2023.
  • Fondo unico regionale per lo spettacolo (Furs): stanziati 9 milioni di euro. Approvata la triennalità per i teatri regionali, lasciando inalterate le risorse rispetto al 2020.
  • Sale cinematografiche: 5 milioni di euro di contributi straordinari per l’anno 2021,  a valere sulle risorse del Poc 2014-2020, per le imprese che gestiscono sale cinematografiche e per quelle del settore dell’organizzazione, distribuzione, co-organizzazione e produzione degli spettacoli dal vivo.
  • Residenze artistiche: previsti 50 mila euro, per il triennio 2021-2023, per valorizzare e sviluppare gli spettacoli dal vivo attraverso finanziamenti nazionali.
  • Agenzie di viaggio: inserita nella legge di stabilità la riduzione degli oneri fiscali per le agenzie di viaggio, una delle categorie più colpite dalla crisi economica causata dalla pandemia da Covid-19.
  • Itinerari: è stata approvata la “Rete dei cammini e dei sentieri” con uno stanziamento di 150 mila euro.

Istruzione e formazione

  • Edilizia scolastica: fondo di rotazione destinato alla anticipazione, in favore degli enti beneficiari, delle somme necessarie al completamento degli accertamenti tecnici preliminari e dei vari livelli di progettazione, per la realizzazione e la manutenzione straordinaria di immobili destinati a istituti scolastici o residenze universitarie: 10 milioni di euro.
  • Formazione professionale: semplificazione delle procedure di rendicontazione e certificazione delle spese sostenute dagli enti. 
  • Scuole di specializzazione: borse di studio dell’area medica estese alle scuole di specializzazione di area sanitaria: 3 milioni per il triennio 2021-2023.

Sanità

  • Comando” per personale Asp: esteso da 15 a 20 il numero massimo di dipendenti delle Asp per i quali può essere disposto il “comando” all’assessorato regionale della Sanità.
  • Fondazione “istituto G. Giglio di Cefalù”: ripianamento delle perdite della struttura ospedaliera delle Madonie dietro rinuncia di quest’ultima al contenzioso con la Regione ed estinzione dei debiti verso l’Asp.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Continua l’espansione nel sud Italia di LINK e la Sicilia resta protagonista con l’apertura del servizio a Mazara del Vallo (Trapani), terza città dopo l’arrivo a Palermo a marzo e il recente lancio a Isola Delle Femmine. Il monopattino più avanzato della categoria progettato da Superpedestrian, la tech company leader nella micromobilità nata al MIT […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]