Futura Marsala, due giorni in scena la nuova scuola siciliana
Press "Enter" to skip to content

Futura Marsala, due giorni in scena la nuova scuola siciliana

Public speaking, mediazione, progettazione di un business plan e di avviamento di una start-up, conoscenza digitale e del tessuto economico e sociale di un territorio.

Non è l’elenco delle skills di un manager, ma quello di uno dei tanti ragazzi che hanno partecipato a Futura Marsala. Tre giorni su innovazione e scuola digitale nel progetto del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca, che per la tappa siciliana ha scelto Marsala e il coordinamento del Liceo Statale “Pascasino”,

Futura Marsala non è stata soltanto una tre giorni di eventi e di attrazioni, ma un momento di accelerazione delle competenze degli studenti. Competenze che difficilmente si apprendono nelle aule scolastiche. Gli studenti delle scuole superiori arrivati a Marsala da tutta la Sicilia si sono potuti confrontare sulle innovazioni digitali e tecnologiche spendibili nella didattica ma soprattutto nello sviluppo di idee sostenibili.

Gli studenti hanno potuto acquisire la capacità di confronto e mediazione, sviluppato il proprio “public speaking, la capacità di parlare in pubblico e di esporre le proprie idee. Hanno potenziato la capacità di analisi dei problemi e del trovare soluzioni tenendo conto di diversi fattori. Hanno avuto anche la possibilità di conoscere il tessuto sociale ed economico dei Paesi che rappresentavano nelle simulazioni delle commissioni delle Nazioni Unite. Il Model, così si chiama la simulazione della commissione, ha permesso agli studenti di confrontarsi, in lingua inglese, sulle strategie da attuare per rendere le nostre città, i luoghi in cui viviamo, sostenibili, smart. Confronto, mediazione, esposizione.

Ma i giovani studenti siciliani hanno potuto anche conoscere meglio il tessuto economico e sociale della Sicilia. Si sono confrontati sul patrimonio culturale siciliano studiando idee innovative per il suo sviluppo. Idee che si basano sull’innovazione digitale e la sostenibilità economica e ambientale. Su questo hanno buttato giù dei progetti niente male, valutando la ricaduta occupazionale e definendo le fonti di finanziamento per l’avvio delle start-up: Resto al Sud, fondi europei, finanziamenti privati. Poi? Si sa che un progetto, un’idea, viene valutato valido soprattutto se presentato bene. E allora eccoli, in camicia e giacca, gli studenti manager a focalizzarsi sui punti forti del progetto. La piattaforma peer-to-peer per la condivisione di esperienze e competenze culturali, il percorso di sviluppo dei territori dell’entroterra siciliano, la robotica nei musei e nei siti archeologici. Sono alcune delle idee esposte dopo tre giorni di confronto e di studio.

Futura Marsala si è svolta dal 16 al 18 maggio. Centinaia sono stati gli studenti siciliani che hanno partecipato alle attività della tre giorni voluta dal Miur e coordinata dal Liceo Statale “Pascasino” di Marsala.
Con Futura nasce una nuova scuola, fuori da un’aula, fatta di competenze trasversali, che diventa motore di cambiamento sociale. Che prepara i ragazzi ad un mondo in continuo cambiamento.

(Visited 42 times, 1 visits today)

Be First to Comment

    Lascia un commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.