Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Il giallo della tabella “fantasma” della Rete ospedaliera



Il giallo della tabella “fantasma” della Rete ospedaliera o della doppia tabella. Non è un romanzo di Agatha Cristie ma la denuncia presentata del Movimento 5 stelle. I grillini chiedono che si faccia piena luce sulla vicenda della doppia versione del documento della rete ospedaliera sulle modifiche dei posti letto negli ospedali.

Secondo i pentastellati infatti l’ARS avrebbe votato un testo diverso da quello presente sul sito della Regione e “capire perché – dice il deputato 5 stelle Francesco Cappello – sarebbe quantomeno doveroso”. Il M5S ha scritto a Gucciardi, chiedendo di riportare il testo a Palazzo dei Normanni.

“I danni del voto-lampo della scorsa settimana – dice il deputato Cappello – cominciano ad affiorare. Da subito abbiamo affermato a gran voce che votare in giornata un documento di questa importanza e complessità era un errore madornale, non ci voleva molto a capirlo. Ma evidentemente si è preferito portare avanti questo vergognoso gioco delle tre carte tra governo e parlamento, tra assessore alla salute e componenti della commissione. E ora ci troviamo di fronte a errori e refusi dal significato non tanto velato di una malafede istituzionale e di governo”.

“Il metodo dell’emergenza – continua Cappello – ha fatto cadere nel sacco persino i componenti della maggioranza, che a scatola chiusa hanno votato un documento sbagliato, perdendosi tra un documento ricevuto via mail, appena il giorno prima della convocazione, ed uno consegnato a mano in commissione, uno di matrice assessoriale ed uno di matrice ministeriale.Quale quello giusto? Cosa votare? Come verificare in meno di 11 ore migliaia di numeri, reparti, posti letto, unita semplici e complesse? Noi non ci siamo prestati a questo sporco gioco e abbiamo abbandonato la commissione, ma il giochetto è stato portato avanti facendo arrivare a tarda sera una stampella che tenesse in piedi il numero legale”.
E i contraccolpi intanto non tardano a manifestarsi.

“Tutta la rete della reumatologia – afferma il deputato – è stata cancellata del tutto ed integralmente. Dicono sia un errore o un refuso del governo. Intanto non ci sono più posti letto ed i pazienti non sapranno, se il documento non viene corretto, come e dove curarsi.
Con tutti gli errori ed i refusi di governo da correggere, il testo sarà ancora diverso da quello votato dalla commissione”. 

Critiche sulla rete votata in commissione arrivano anche dalla deputati Vanessa Ferreri. “Il testo votato in commissione – dice la deputata – di fatto, smantella oculistica, neurologia e chirurgia vascolare, tre reparti di eccellenza dell’ospedale ‘Guzzardi’ di Vittoria, che però viene qualificato come Spoke. Un errore grossolano, già indicato come mero refuso dal presidente Digiacomo, che suscita non poche perplessità sulla superficialità e sulla qualità di questo documento, che deve necessariamente tornare in commissione per un esame più approfondito. Solo quando gli errori saranno corretti scopriremo se questi erano veramente tali, oppure meri tentativi, mascherati da refusi, di mantenere promesse elettorali insostenibili”.

Sul Piano presentato dal governo regionale prende posizione anche Fabrizio Ferrandelli, candidato sindaco di Palermo.  “La riorganizzazione della rete ospedaliera dovrebbe portare a un miglioramento del sistema soprattutto in ottica di una migliore offerta al paziente. Declassare una struttura come Villa Sofia-Cervello comporterà invece la perdita di Unità operative complesse o di funzioni. E la sanità palermitana e siciliana non può permettersi ulteriori tagli, ma deve piuttosto guardare al reale fabbisogno sanitario della propria comunità rilanciando l’hub ospedaliero e non alla semplificazione dei reparti, trattandoli alla stregua di sportelli clinici”. 
 
“Come si può credere che un simile ridimensionamento dell’emergenza-urgenza possa aumentare l’efficienza della rete? Prima di prendere simili decisioni bisognerebbe interpellare chi opera nella struttura e conosce il territorio. Chiedo – conclude Ferrandelli – che la rimodulazione del piano venga fatta avendo come obiettivo una sempre migliore offerta per i pazienti”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]