Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Industria 4.0: dalla Sicilia la proposta degli imprenditori cattolici



Possiamo ipotizzare che robot e intelligenza artificiale diventino per le prossime generazioni ciò che i personal computer ed internet sono stati per chi è cresciuto tra gli anni Ottanta e Novanta del Novecento?

Società, mondo dell’impresa e dell’industria si trovano davanti a nuove sfide del nostro tempo. Robot e intelligenza artificiale sono opportunità o rappresentano dei rischi per la società e l’impresa?

Su questi temi si confronteranno imprenditori e dirigenti cattolici del nostro Paese aderenti all’Ucid, nel corso della Giornata dell’Imprenditore siciliano che si terrà a Palermo il 14 ottobre, alle 9,00, a Villa Zito (via Libertà, 52) sede di Fondazione Sicilia. Sarà l’occasione per raccontare storie ed esperienze virtuose di imprenditori italiani.

“Siamo all’interno di percorso rivoluzionario, la Quarta rivoluzione industriale, dopo quelle del vapore, dell’elettricità e dell’elettronica – dice Massimo Maniscalco, presidente di Ucid Gruppo Sicilia -. ‘Il fare’ se non sorretto da valori non porta alcunché di positivo. Riteniamo indispensabile una Grande Rivoluzione Etica 4.0 da affiancare in modo strutturale ad Industria 4.0”.

“Non basta promuovere l’acquisto di apparecchiature e sistemi digitali e relativi software per raggiungere obiettivi di competitività e sostenibilità – dice Roberto Ghidella, presidente nazionale Ucid -.  Tali obiettivi sono alla fine per l’uomo e la comunità e quindi va verificato prima se tali acquisti consentono davvero il miglioramento della condizione della persona e delle perfomance economico-sociali. Industria 4.0 è una sfida che può essere vinta se porta il nostro Paese ad incrementare il suo livello sociale, non solo tecnologico. E’ necessario quindi un patto fra parti sociali per condividere gli obiettivi di una rivoluzione per la persona. Ucid è a disposizione delle istituzioni e dei territori come attore di questo tavolo per il bene comune e la sostenibilità sociale”.

All’incontro interverranno tra gli altri Corrado Vergara, ordinario di Economia aziendale all’Università degli Studi di Palermo, Salvatore La Rosa, già ordinario di Controllo e gestione della qualità all’Università di Palermo, Lucia Gazzotti, presidente di Center Gros di Argelato (Bologna), Massimo Villari, docente di Laboratorio di Informatica presso la facoltà di Ingegneria dell’Università di Messina, Adriano Vincenzi, vice assistente spirituale Ucid.

Modera l’incontro Salvatore Cusimano, direttore della sede RAI di Palermo.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]