Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Inflazione a Palermo, a dicembre crescita tendenziale dell’1,2%



A Palermo l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività nazionale (NIC) nel mese di dicembre ha fatto registrare una variazione congiunturale pari a -0,1% (a novembre era -0,2%). Rispetto a dicembre 2017 si è invece registrata una variazione tendenziale pari a +1,2% (a novembre era +1,8%). L’inflazione di fondo, calcolata al netto dei beni energetici e degli alimentari freschi, a dicembre è risultata pari a +0,4% (in diminuzione rispetto a novembre quando era pari a +0,7%). Al netto dei soli beni energetici, l’indice dei prezzi al consumo ha fatto registrare una variazione tendenziale pari a +0,5% (in diminuzione rispetto a novembre quando era pari a +0,8%).

L’indice dei prezzi al consumo relativo ai beni ha fatto registrare una variazione tendenziale pari a +1,5% (in diminuzione rispetto a novembre quando era pari a +1,9%); l’indice relativo ai servizi ha fatto registrare una variazione annua pari a +0,8% (in diminuzione rispetto al +1,4% registrato a novembre).

L’indice dei prezzi al consumo relativo ai prodotti acquistati con maggiore frequenza ha fatto registrare una variazione rispetto all’anno precedente pari a +1,3% (in diminuzione rispetto al +2,0% registrato a novembre).

I dati diffusi, avvertono gli uffici del Comune, devono essere considerati provvisori, in attesa della loro validazione da parte dell’Istat. L’Istat diffonderà i dati definitivi del mese di dicembre mercoledì 16 gennaio 2019.

Le divisioni di spesa

Rispetto al mese precedente, l’aumento più rilevante si è registrato nella divisione: “Ricreazione, spettacoli e cultura” (+1,2%). La maggiore diminuzione si è registrata nella divisione: “Servizi ricettivi e di ristorazione” (-1,1%). Non si è registrata alcuna variazione in tre divisioni di spesa.

Passando alle variazioni rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, gli aumenti più elevati si sono registrati nelle divisioni: “Abitazione, acqua, elettricità e combustibili” (+4,7 %); “Bevande alcoliche e tabacchi” (+2,6%); “Altri beni e servizi”(+2,0%); “Trasporti”(+1,4%); “Servizi ricettivi e di ristorazione” (+1,3%).

La maggiore diminuzione si è registrata nella divisione: “Comunicazioni” (-3,6%).

Le tipologie di prodotto

Considerando i due principali aggregati (beni e servizi), a dicembre i beni hanno fatto registrare una variazione tendenziale del +1,5%, in diminuzione rispetto al valore registrato nel mese di novembre. Da rilevare, fra i beni, un aumento dello 0,8% dei beni alimentari e del 6,4% dei beni energetici.

I servizi hanno invece fatto registrare un aumento tendenziale pari allo 0,8%, in diminuzione rispetto al + 1,4% registrato ad novembre.

L’inflazione di fondo (core inflation), ovvero al netto dei beni energetici e dei prodotti alimentari freschi, ha fatto registrare una variazione del +0,4% (era +0,7 % nel mese di novembre).

L’indice dei prezzi al consumo al netto dei soli prodotti energetici, ha fatto registrare una variazione del +0,5% (in diminuzione rispetto al valore registrato nel mese di novembre).

La frequenza di acquisto

Con riferimento alla frequenza di acquisto, i prodotti ad alta frequenza di acquisto3 hanno fatto registrare un aumento dell’1,3%, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente (in diminuzione rispetto al +2,0 % registrato ad novembre).

I prodotti a media frequenza di acquisto4 hanno invece fatto registrare una variazione rispetto all’anno precedente pari al +1,6% ( +2,1% a novembre).

I prodotti a bassa frequenza di acquisto5 rimangono in territorio negativo, attestandosi a – 0,5% su base annua (-0,6% a novembre).

Rispetto al mese precedente, si è registrato una diminuzione fra i prodotti ad alta frequenza di acquisto (-0,5%) ed un aumento fra i prodotti a media frequenza di acquisto (+0,2%) e bassa frequenza di acquisto (+0,1 %).

Il confronto Palermo – Italia

Nei 24 mesi in esame, a Palermo l’inflazione, partita a dicembre 2016 da +0,5%, nei primi mesi del 2017 ha inizialmente manifestato una tendenza al rialzo, fino a raggiungere l’1,9% nel mese di aprile. A partire dal mese di maggio 2017, si è registrata una inversione di tendenza, che ha riportato l’indice a + 0,1% ad aprile 2018. A maggio 2018 nuova inversione di tendenza, che ha fatto risalire l’indice fino a +1,7% a novembre, per poi ripiegare a +1,2% a dicembre.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]