Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

La cucina minimalista ed elegante dello chef Caliri



MESSINA. Dai traguardi raggiunti nel 2017 ai progetti futuri. La Conference Dinner che si è svolta al ristorante Marina del Nettuno Yachting Club è stata per lo chef Pasquale Caliri l’occasione per tracciare un breve bilancio dei risultati ottenuti grazie a chi ha gustato la sua cucina e a chi, come i cronisti, ha reso visibile la sua attività. Ma anche un momento per conoscere il suo nuovo menù e per fare i tradizionali auguri di Natale.

[huge_it_gallery id=”13″]

Pasquale Caliri, siciliano, è chef dell’Alma l’Istituto di alta cucina di Gualtiero Marchesi. Si è avvicinato al mondo del cibo in un momento di crisi personale che lo ha spinto ad intraprendere un nuovo mestiere.

La sua è una cucina di mare, minimalista, elegante. Ha ereditato la passione dai suoi grandi maestri conosciuti durante le sue numerose esperienze internazionali vissute tra Spagna, Oriente e Stati Uniti d’America. Piatto d’Argento dell’Accademia Italiana della Cucina, membro di Eurotoques è stato recentemente inserito nella guida Michelin.

Nell’esclusivo ristorante che regala uno scenario suggestivo unico come quello dello Stretto di Messina Caliri ha messo in bella mostra i suoi piatti che sono l’espressione di una cucina che si destreggia tra tradizione siciliana, innovazione e contaminazione. Al centro del pranzo la cucina di recupero, piatti pensati per l’occasione e preparati riutilizzando il cibo. Un modo per far tesoro anche degli avanzi per preparare piatti prelibati.

«L’attenzione al recupero – dice Pasquale Caliri – nasce da questo momento storico. Si parla sempre più spesso di riutilizzo di materiali che vanno a finire nella spazzatura. Così è nata una cordata di cuochi che vuole fare di tutto per utilizzare il cibo invece di farlo finire nella spazzatura».

Una cucina etica e responsabile, insomma. Che rispetta l’ambiente e anche noi stessi. «Ma anche divertente – precisa lo chef Caliri – con gli avanzi puoi creare tantissime cose e con creatività. Il tema del riuso è stato anche al centro del Festival del Giornalismo Enogastronomico di Galati Mamertino. Una tre giorni che si è conclusa sabato scorso e che ha avuto come protagonista dell’ultima serata proprio lo chef del noto ristorante messinese.

Per capire cosa significa questo nuovo modo di preparare piatti prelibati è bastato assaggiare le portate proposte durane il pranzo. Ognuno presentato dallo chef che a spiegare personalmente come nascono i suoi capolavori non vuole proprio rinunciare. Così è stato possibile gustare tra le tante portate il magnum di acciughe, l’uovo di silvio, il dolce preparato con pezzi di panettone.

La cucina di Pasquale Caliri è attenta alle “radici” del sapore, raffinata e nello stesso tempo essenziale. Carta vincente dello chef infatti è sempre stata l’esperienza e la maniacale attenzione alle materie prime. E di una cosa Caliri è convinto. In cucina è necessario il rigore. L’estrema attenzione ad ogni minimo dettaglio.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]