Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

La Regione progetta Aerolinee siciliane, la compagnia di bandiera dell’isola



Una compagnia aerea siciliana con una missione sociale precisa: rompere l’oligopolio sulle remunerative tratte isolane con tariffe speciali per i passeggeri siciliani (studenti, over 65, pazienti che necessitano di cure, famiglie in stato di necessità).

E’ il progetto cui sta lavorando il governo della Regione siciliana guidato da Nello Musumeci e raccontato oggi da Mario Barresi sul quotidiano La Sicilia di Catania. Il dossier è già sul tavolo del presidente della Regione che sta valutando se fare proprio il progetto, magari con qualche integrazione . Secondo le indiscrezioni  riportate dal quotidiano, all’inizio sarebbe la Regione a garantire i capitali per avviare l’impresa: l’investimento iniziale è stato stimato in meno di 30 milioni per un fatturato complessivo a regime di circa 170 milioni con oltre una sessantina di voli al giorno e un totale di quattro milioni di passeggeri l’anno.

Secondo queste previsioni l’impatto occupazionale sarebbe di 600 posti di lavoro diretti e 800 nell’indotto a breve-medio termine. Lo strumento potrebbe essere Ast Aeroservizi, società partecipata dall’Azienda siciliana trasporti che gestisce già lo scalo di Lampedusa. C’è anche già più di una bozza di piano operativo e finanziario per la public company. Le basi principali, ovviamente, sarebbero quelle di Palermo e Catania e altre basi sono previste a Trapani e Comiso che dovrebbe diventare anche la sede di u mega hangar per il ricovero e la manutenzione dei veicoli.  

La filosofia alla base di quella che è già stata battezzata Aerolinee Siciliane è quella di tenere distante il socio pubblico dalla gestione operativa e il management dovrebbe rimanere fuori dalle dinamiche di lottizzazione e dunque di nominificio e dovrebbe essere pagato con stock option sulla società. Un meccanismo che punterebbe a impedire ai soci privati di socializzare le perdine chiedendo soldi alla Regione. Il piano finanziario prevede, nel medio termine, l’ingresso di un azionariato diffuso

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]