Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Meccatronica Valley a Termini Imerese: 90 milioni di investimenti e 250 posti lavoro



La Meccatronica Valley nell’area industriale di Termini Imerese punta decisamente a crescere. Un portafoglio progetti per oltre 90 milioni di euro che consentirà di realizzare nell’area industriale di Termini Imerese un maxi-hub dell’industria 4.0 seguendo le direttrici del Next Generation Eu, con investimenti nella digitalizzazione, nella cyber-security, nell’economia circolare, nelle energie rinnovabili, nell’intermodalità, nella ricerca, nella telemedicina, nell’efficienza energetica, nella mobilità sostenibile.

A governare il piano di resilienza e di sviluppo è il Polo Meccatronica Valley che opera attraverso l’Incubatore d’impresa di Invitalia, l’Agenzia governativa controllata dal ministero dell’Economia, che lo scorso giugno ha affidato la gestione della struttura alla ‘Rete d’impresa’ costituita dal Distretto Meccatronica della Sicilia.

Alle 31 aziende fondatrici – tra cui 12 startup – in appena cinque mesi si sono aggiunte altre 19 società: al momento la ‘Rete’ conta su 50 imprese. Tra queste ci sono aziende del Nord e Centro Italia che hanno deciso di investire in Sicilia ma anche gruppi internazionali, come la svizzera Swissbinn e Bauwerk group con sedi in Lituania, Croazia e Svizzera, che sono partner della Bioinagro di Licata (Ag) nel progetto per la creazione di una piattaforma logistica e tecnologica di ricerca industriale a basso impatto ambientale.

Il Polo Meccatronica ha presentato il portafoglio progetti stamani in conferenza stampa nella sede dell’assessorato regionale alle Attività Produttive, alla presenza dell’assessore regionale Mimmo Turano, del direttore generale del Dipartimento Carmelo Frittitta e degli imprenditori, alcuni giunti dal Continente proprio per illustrare i progetti e spiegare le ragioni della scelta di Termini Imerese.

“Il giorno della cerimonia della consegna chiavi del Polo abbiamo dichiarato quale fosse la nostra mission: avviare l’Act Tank di Termini Imerese, sostenendo le azioni territoriali e favorendo l’insediamento di nuove imprese siciliane, nazionali e internazionali – ha affermato il presidente del Polo Meccatronica Valley, Antonello Mineo – Abbiamo dichiarato quali fossero le linee programmatiche: sviluppo di progetti che ricalcano le direttrici del Piano nazionale di rilancio e resilienza (PNRR) quindi l’e-mobility, smart grid, fonti rinnovabili, high tech, manifattura avanzata digitale.Da luglio ad oggi abbiamo lavorato incessantemente, le aziende aderenti sono diventate 50, tra cui start up innovative e aziende del Nord che si sono organizzate in filiere lunghe Nord-Sud per lo sviluppo di un portafoglio progetti per oltre 90 mln di euro e la creazione di circa 250 posti di lavoro”.

Aziende come Raybotics e Dell’Orto (insieme a Energica, Renova), gruppo Samar, Bauwerk, Nabacom, Enel X insediate nel Polo avvieranno progetti per la realizzazione di scooter elettrici e l’avvio di un reserch lub dell’automotive in chiave 4.0 , innovazione e ricerca per la valorizzazione delle materie di scarto del settore agro alimentare (come quelle del fico d’India) per lo sviluppo di nuovi prodotti, piattaforme tecnologiche e centro servizi in grado di gestire da remoto i dati da qualunque modello informativo, come nell’ambito della telemedicina e i parametri di salute degli anziani, cibernetica integrata per il monitoraggio e la sicurezza ambientale.  

Ancora: comunità energetiche per l’efficientamento dei comuni e delle zone industriali e una nuova offerta regionale di treni per connettere velocemente gli aeroporti con i luoghi di destinazione.

“Il Polo Meccatronica è propulsore di raggruppamenti di imprese Nord-Sud e proposte progettuali in grado di coinvolgere territori, imprese, enti e istituzioni – ha aggiunto Mineo – Questa la ricetta del Polo Meccatronica affinché la Sicilia sia protagonista nello sviluppo del PNRR”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]