Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Spedireadesso.com cresce: ora spedisce in tutto il mondo



Si chiama SpedireAdesso.com ed è l’azienda italiana che  negli anni si è affermata a livello nazionale ed europeo nel settore delle spedizioni online di buste, pacchi e pallet tramite corriere espresso, con ritiro e consegna a domicilio. L’azienda punta a crescere ancora e con un articolo pubblicato sul blog aziendale, annuncia: “Spedire nel mondo adesso si può!”  In pratica l’azienda comunica ai propri clienti che a partire da marzo 2022 è possibile spedire dall’Italia verso molte altre nazioni del mondo: dagli Stati Uniti al Canada, dal Brasile all’Argentina, e poi in Cina, Sud-Africa e tanti altri Paesi.

“L’azienda – dice il Ceo Salvatore C. Parlacino -, nata per aiutare i tanti italiani che vivono al Nord o all’estero, oltre che alle piccole e medie imprese che spediscono i loro prodotti, è riuscita a dare la possibilità a chiunque di spedire in tutto il mondo in modo sicuro, veloce e conveniente. Per il momento le spedizioni potranno essere effettuate soltanto dall’Italia verso queste nazioni, quindi in export, e non viceversa. Questo perché attualmente la procedura di import dai paesi non Ue verso l’Italia è più agevole se fatta dal mittente nel paese di partenza”.

Facile preparare i documenti doganali con la webapp nel modulo ordine oline

La giovane e dinamica azienda, già affermata per le spedizioni in Italia e soprattutto in Europa, dopo il duro colpo della Brexit, che ha frenato l’export verso UK, è riuscita a sviluppare una webapp per generare agevolmente, e con pochi click, tutti i documenti doganali necessari. A dispetto quindi delle complicate procedure dei concorrenti, e spesso degli stessi corrieri espressi, il sistema di SpedireAdesso.com è risultato tra i più semplici ed al tempo stesso efficiente per spedire nel mondo, prenotando dal web.

Cosa cambia nelle spedizioni dall’Italia

Ma cosa cambia tra le spedizioni in Italia, quelle in Europa e quelle extraeuropee? Non c’è sostanziale differenza tra le spedizioni in Italia e quelle in Europa, se non per i costi e per i divieti di alcune tipologie di merci come tabacco e alcolici. E’ vietato spedire tabacco e superalcolici in grandi quantità nelle altre nazioni. Mentre per spedire al di fuori dell’UE sono necessari una serie di documenti come ad esempio la fattura proforma, la dichiarazione di libera esportazione, copia del documento d’identità e codice fiscale nel caso di privati cittadini. Questi documenti, grazie alla webapp presente nel modulo ordine online di Spedireadesso, si possono generare e stampare facilmente. Infatti, quando viene selezionata una nazione di destino non appartenente all’Unione europea, nel modulo ordine online per la prenotazione della spedizione, comparirà una sezione dedicata ai documenti doganali, dove sarà possibile selezionare facilmente la tipologia di merce da spedire. La webapp genererà tutti i documenti necessari per la spedizione già compilati e pronti da allegare al pacco da spedire.

Cosa fare prima di spedire in Paesi Extra Ue

Un altro aspetto da tenere in conto è che le merci sono soggette al pagamento di dazi doganali e dell’Iva nel paese di destinazione, lì dove non previste le franchigie. La webapp segnala eventuali errori o il superamento delle franchigie, dando un ordine di idee anche sulle relative spese che dovrà sostenere il destinatario. Prima di spedire qualsiasi oggetto al di fuori dell’UE è bene consultare l’assistenza clienti al fine di verificare che non ci siano particolari divieti.

Per chi ha dimestichezza con le spedizioni internazionali, provare la procedura di SpedireAdesso risulterà ancora più facile nella generazione di tutta la documentazione. Tuttavia, per chi è alle prime armi, la preparazione di tutta la documentazione potrebbe sembrare un po’ più complicata. Niente paura, perché le operatrici dell’assistenza, sempre pronte ad assistere i clienti dalla fase di prenotazione, passando per la preparazione dei documenti doganali, fino alla consegna al destinatario, sapranno chiarire ogni dubbio e risolvere eventuali problemi. Cosa aspetti dunque? Prova anche tu a spedire adesso nel mondo!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]