Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Startup innovative, De Raho: “Impedire alle mafie di usare scorciatoie”



L’assenza del notaio nella fase di costituzione delle startup è una situazione gravissima. A lanciare l’allarme Federico Cafiero De Raho, il Procuratore Nazionale Antimafia, intervenuto a un convegno sui 10 anni del Codice Antimafia, organizzato dall’Università Luiss Guido Carli e dalla Fondazione De Gasperi.

De Raho

De Raho ha bocciato, definendolo appunto, “gravissimo” l’emendamento – primo firmatario il deputato 5 Stelle, Luca Carabetta – in discussione in Commissione Bilancio alla Camera che non prevede il controllo notarile in fase di costituzione delle startup innovative.

Il Consiglio di Stato ha annullato a marzo il provvedimento che permetteva la costituzione delle startup innovative anche tramite un modello standard inviato direttamente alle camere di commercio e ora si vuole riproporlo.

Nel corso del suo intervento il Procuratore De Raho ha ricordato che la prevenzione si fa con leggi che impediscano alle mafie di utilizzare scorciatoie per innervarsi surrettiziamente nel sistema economico – produttivo.  I controlli a posteriori non sono efficaci.

 “E’ gravissimo – ha detto il Procuratore de Raho – che si consenta una così ampia apertura, non prevedendo il controllo da parte di coloro (i notai) che effettuano il 91% delle segnalazioni antiriciclaggio all’Uif. I controlli non possono essere allentati e le verifiche non possono essere posticipate perché non esisterà un domani per un controllo”.

Carabetta, da parte sua, rispondendo a un articolo sul Corriere della Sera sul tema è certo. “Ritengo la costituzione online semplificata per le imprese un traguardo di semplificazione per il Paese, un elemento di competitività internazionale già richiamato dagli Startup Nation Standards e un vantaggio per la nostra imprenditorialità  spiega – Ci porterà in uno scenario di illegalità dilagante? Non direi data la capillare rete di controlli costanti sotto i quali già oggi i nostri imprenditori devono operare quotidianamente”.

L’emendamento di Luca Carabetta (M5S)

L’emendamento al Decreto-Legge “Sostegni-Bis”, a firma del deputato 5 Stelle Lica Carabetta, sarà discusso nel corso dei prossimi giorni in Commissione Bilancio alla Camera. Dovrebbe arrivare una riformulazione dal Governo, una nuova versione della proposta che auspicabilmente interverrà per sanare per legge (e non quindi tramite nuovo atto notarile) la situazione delle 3500 startup “sospese” e per reintrodurre la costituzione semplificata per questa categoria di imprese.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]