Press "Enter" to skip to content

Ail: stelle contro le leucemie, domani gazebo allo Stadio di Palermo

Last updated on 18 Dicembre 2019

Un gazebo con le Stelle di Natale di Ail allo Stadio Renzo Barbera di Palermo e volontari in piazza e davanti a numerose parrocchie. L’Associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma porta anche quest’anno a ogni malato la sua buona stella, grazie all’impegno di migliaia di volontari in 4000 piazze italiane. Oltre 800mila stelle di Natale saranno distribuite fino a domani, 8 dicembre, con un contributo minimo associativo di 12 euro.

Per fare la propria donazione i cittadini hanno solo l’imbarazzo della scelta. Le stelle di Natale solidali saranno distribuite, assieme al nuovo numero del giornalino Ailnews, in numerose piazze di Palermo, davanti a moltissime parrocchie, nei comuni del Palermitano e del Trapanese e nelle altre province. Saranno coinvolti circa 200 volontari. Novità assoluta sarà un gazebo ospitato allo Stadio comunale Renzo Barbera, domani, in occasione della partita Palermo-Acireale.

Il presidente di Ail Palermo, Pino Toro, ricorda: “I fondi raccolti con la manifestazione verranno impiegati soprattutto per supportare la ricerca, l’assistenza domiciliare e tutte i servizi in favore dei malati e dei loro familiari, in particolar modo l’accoglienza per i pazienti fuorisede nelle Case Ail La Coccinella e La Chiocciola e il trasporto dai paesi più lontani ai luoghi di cura”.

A Palermo stand aperti oggi e domani dalle 9 alle 20, in piazza Verdi-Teatro Massimo, piazza Unità d’Italia, piazza Croci, via Magliocco, viale Strasburgo-Oviesse, via Leonardo da Vinci – Oviesse, corso Calatafimi accanto a OviesseDomani i volontari saranno presenti davanti a numerose chiese. Oggi alle 17 la sezione di Palermo dell’Associazione nazionale bersaglieri suonerà e sfilerà da piazza Verdi a via Magliocco.

In provincia di Palermo: Alimena, Alia, Aliminusa, Altavilla milicia, Bagheria, Belmonte mezzagno, Baucina, Bisacquino, Bompietro, Campofelice di roccella, Campofiorito, Camporeale, Carini, Casteldaccia, Castellana sicula, Castelbuono, Cefalù, Cerda, Corleone, Ficarazzi, Finale di Pollina, Gangi, Geraci siculo, Giuliana, Gratteri, Godrano, Isnello, Lascari, Monreale, Montemaggiore Belsito, Partinico, Petralia soprana, Piana degli albanesi, Polizzi generosa, Prizzi, San Cipirello, San Mauro Castelverde, Sciara, Termini imerese, Terrasini, Torretta, Trappeto, Trabia, Valledolmo, Ventimiglia di Sicilia, Villabate, Vicari.

Inoltre nella città di Trapani, in piazza Municipio di fronte alle Poste centrali, ed ad Alcamo, Buseto Palizzolo, Calatafimi, Castellammare, Castelvetrano, Marsala, Mazara del Vallo, Pantelleria, Partanna, Salemi.

Altre province

San Giovanni Gemini, Enna, Menfi, Sciacca.

Collaborazione con Confcommercio

Per il terzo anno consecutivo le associazioni dei fioristi e dei pubblici esercizi di Confcommercio Palermo si sono attivate per promuovere la vendita delle Stelle. Il meccanismo è semplice: i fioristi che hanno aderito all’iniziativa potranno effettuare la vendita diretta per conto dell’Ail o anche la “prevendita” attraverso l’emissione di un buono che darà diritto a ogni acquirente di ritirare poi la pianta in uno dei tradizionali gazebo dell’Ail. Analogamente, sarà possibile pagare in uno dei centri Ail e poi ritirare la Stella di Natale in uno dei negozi che aderiscono all’iniziativa. Il contributo per una Stella sarà anche quest’anno di 12 euro. L’associazione fioristi, presieduta da Gioacchino Vitale, ha garantito una maggiore presenza dei punti vendita nei centri in provincia di Palermo.

Fipe, associazione dei pubblici esercizi guidata da Antonio Cottone, supporterà l’iniziativa: nei bar che hanno aderito verranno offerti caffè e cornetti a chi dimostrerà di avere già acquistato una Stella, previsti altri omaggi e sconti nei ristoranti. Fioristi e pubblici esercizi avranno la possibilità di diventare “esercizio solidale Ail”.

Be First to Comment

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.