Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.



Storia di Giuseppe Giorgianni, con CheckMed rivoluziona la telemedicina

L’Archimede di Sicilia è un inventore messinese apprezzato a Dubai. L’ingegnere Giuseppe Giorgianni, fondatore della startup “iNNOVA” è stato invitato a presentare le sue creazioni, per il secondo anno consecutivo, al Gitex Global di Dubai, importante raduno tech del Medio Oriente con oltre 4mila espositori, oltre due milioni e mezzo di presenze, 5mila investitori e più di 800 startup provenienti da oltre 170 paesi. Dubai è ormai divenuto il centro dell’innovazione tecnologica globale ed il Gitex riunisce gli ecosistemi più influenti del mondo che promuovono il business, l’economia, la società e la cultura attraverso la forza dell’innovazione.

Giuseppe Giorgianni

L’ultima invenzione è CheckMed®, la piattaforma amica del medico, un sistema di telemedicina capace di monitorare in tempo reale lo stato di salute di chi indossa un dispositivo “Iot” appositamente progettato da Giorgianni. «Attraverso uno smartphone, una app e un software di gestione – osserva l’ingegnere messinese – CheckMed® permette il monitoraggio remoto del paziente, l’archiviazione dei dati, l’interazione con il personale medico, l’elaborazione degli “alert” e il promemoria della terapie. L’idea nasce dall’esigenza di monitorare la salute dei nostri cari, utilizzando un dispositivo semplice e completamente automatizzato, che permette di rimanere sempre connessi sfruttando le tecnologie di ultima generazione come i big data e l’intelligenza artificiale. Il sofisticato sistema consente di monitorare la temperatura corporea, la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca, la saturazione di ossigeno e la frequenza respiratoria. Monitora il sonno, lo stile di vita sedentario e lo stress».

In fase di sviluppo il rilevamento delle cadute a terra e il monitoraggio del diabete. Il sistema di rilevamento delle cadute permetterà di inviare una richiesta di aiuto in caso di caduta accidentale, monitorando i parametri vitali in tempo reale e selezionando, in base allo stato di salute del paziente, la persona che deve essere avvisata attraverso un algoritmo di intelligenza artificiale. Il monitoraggio del diabete attraverso un sistema di controllo continuo del glucosio, con un metodo non invasivo, permetterà di gestire il grande e grave problema del diabete che affligge tante persone in tutto il mondo. Il prodotto sarà introdotto nei mercati BtoB e BtoC alla fine del 2022, ma può è già acquistato in preordine sul sito https://www.checkmed.it

«I principali vantaggi – interviene Giorgianni – sono l’ottimizzazione e riduzione dei costi di ospedalizzazione, un sistema sanitario più efficiente e sostenibile, la riduzione dei viaggi sanitari e dei costi e la riduzione della mortalità in caso di cadute accidentali. Inoltre l’innovazione più importante è che il sistema aiuta i membri della famiglia a conoscere lo stato di salute del parente che vive da solo a casa o è anziano. Un aspetto importantissimo che consente di monitorare da remoto i propri cari essendo sempre a conoscenza del loro stato di salute». Non è l’unica innovazione. Lo scorso anno sono state presentate le invenzioni “WaterCheck®” e “ArviTech”. La prima è una piattaforma di intelligenza artificiale che digitalizza, su una mappa Google, le reti idriche cittadine, individuando in tempo reale guasti e disservizi, grazie alla quale il progetto siciliano è arrivato secondo a livello mondiale su 4.200 invenzioni nella sezione “smart cities”. La seconda permette i viaggi in realtà virtuale e, all’interno, ci sono anche gli hotspot informativi.

“iNNOVA” è stata selezionata, inoltre, per la fase finale del Supernova Challenge: organizzato da Gitex, si tratta della più grande competizione in Medio Oriente, Africa e Asia meridionale, con un premio in palio di 200 mila dollari. La startup siciliana è già presente sul mercato emiratino da circa un anno con vari progetti tra i quali un e-commerce innovativo per Anaya, il marchio della stilista di moda più importante del Middle East, Chathuri Samaraweera: qui, tra pagamenti in crypto, metaverso ed Nft, “iNNOVA”  è riuscita a proiettare nel futuro il brand Anaya.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Un milione e 100 mila euro per adeguare gli impianti elettrici di tre dighe in Sicilia, tutte nell’Ennese. Lo prevede un bando del dipartimento dell’Acqua e dei rifiuti pubblicato sul sito istituzionale della Regione Siciliana. In particolare, nella diga Olivo, in contrada Gritti a Piazza Armerina, verranno eseguiti lavori su distribuzione esterna, cabina elettrica, due gruppi […]

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]