Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Taormina, il Villaggio Le Rocce alla Fondazione Fiumara d’Arte



Fare di un villaggio turistico abbandonato e ormai diventato simbolo di spreco un centro d’arte e di cultura, con un omaggio alla bellezza a due passi da Taormina. E’ il progetto di Antonio Presti, il mecenate messinese, per il Villaggio Le Rocce di Taormina: la Città metropolitana di Messina ha deliberato la concessione a Presti (in verità alla Fondazione Fiumara d’arte creata da Presti) in comodato d’uso del villaggio, figlio della regione imprenditrice, costruito nella pregevole area di Mazzarò, inaugurato nel 1954 e poi abbandonato fino alla chiusura avvenuta nel 1972.  La determina (che risale al 18 novembre) porta la firma del Rup Vincenzo Gitto.
Bocciato il project finanzino per la creazione di un albergo, la Città metropolitana ha fatto la scelta di dare fiducia a Presti che, a sue spese, si è impegnato, dopo aver fatto i lavori di recupero e riqualificazione di un luogo ormai trasformato in discarica, a trasformarlo in struttura ricettiva e museale con l’istituzione di un museo all’aperto con opere di artisti provenienti da tutto il mondo è realizzate in loco (sul modello di quanto avvenuto nell’area dei Nebrodi con Fiumara d’Arte).

Recupero e riqualificazione che avverranno con tecniche di bio architettura e soluzioni energetiche ecosostenibili. Prevista inoltre la realizzazione di un giardino di essenze e fragranze naturali, la realizzazione di un orto botanico, l’attivazione di una Accademia delle arti e del restauro. Il comodato, nelle intenzioni della Città metropolitana di Messina, costituisce solo il primo atto d’impulso che potrà essere seguito, una volta iniziato il progetto dalla costituzione di una Fondazione tra pubblico e privato nella quale confluiranno il Villaggio e le opere realizzate qui collocate.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]