Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Ue: a Palermo gli “stati generali” dei comunicatori europei



Oltre 270 comunicatori in arrivo da tutta Europa: esperti della comunicazione, specializzati in pubbliche relazioni, manager di fondi europei, tecnici, web strategist, consulenti, giornalisti. Tutti insieme per approfondire l’esperienza di comunicazione sui fondi europei. Istituita nel 2008, è la prima volta che la rete Inform si riunisce in Italia.

Dopo il ballottaggio con Hannover in Germania, la Sicilia è stata prescelta per l’importante appuntamento, che si svolgerà a Palermo.
Da oggi a venerdì 17 maggio l’hotel La Torre di Mondello sarà lo scenario dell’incontro tecnico, promosso dalla Commissione Europea in collaborazione con la Regione Siciliana. Dalla Danimarca a Malta, dalla Spagna a Cipro, dall’Irlanda alla Polonia, gli ospiti arriveranno da tutti gli Stati membri dell’UE – Italia compresa – per fare rete all’insegna della trasparenza, della semplificazione e della visibilità dei finanziamenti europei.

Tre giorni di lavori in cui verranno affrontati temi come fake news, social media, valutazione, euroscetticismo e impatto della comunicazione sui territori, a sottolineare l’importanza del lavoro in rete, soprattutto nell’ambito dei rapporti dei singoli Paesi membri con i propri territori.
Il benvenuto agli ospiti sarà dato mercoledì alle 14 da Dario Tornabene, direttore del Dipartimento Programmazione della Regione Siciliana, nonché Autorità di coordinamento dell’Autorità di gestione del Po Fesr Sicilia 2014-2020. Tra i presenti anche i Capi Unità della Commissione Europea, Agnès Monfret e Loris Di Pierantonio, oltre a Oriana Blasi, dell’Agenzia nazionale per la Coesione territoriale.

Nella giornata di giovedì 16 è atteso l’intervento (alle 9.15) di Michael Bossetta, esperto in comunicazione politica all’Università di Copenaghen, che parlerà di social media ed euroscetticismo. Seguiranno tre workshop paralleli che vedranno coinvolti anche il giornalista de Il Sole 24 Ore Giuseppe Chiellino e Andrea Fioravanti di Europhonica, la radio di Antonio Megalizzi, il giovane reporter ucciso nell’attentato di Strasburgo del dicembre scorso.
Al termine della tre giorni, venerdì mattina, i partecipanti del meeting avranno la possibilità di visitare alcuni progetti finanziati in Sicilia con i fondi del PO FESR e del PO FSE.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]