Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.



Vendemmia in Sicilia, l’inganno sulla siccità e la carica degli speculatori

Ricordate il Consiglio d’Egitto di Leonardo Sciascia? Bene, la sua rilettura in questi giorni di caldo abnorme può aiutarci a capire i meccanismi che , nonostante quella Sicilia sia fortemente cangiata in superfice, continua a generare quelle tossine di un sistema che possono arrivare anche – in contraddizione con dati storici, scientifici e oggettivi – a rovesciare la verità e distorcere, a proprio inossidabile vantaggio, la pura e semplice – evidentissima – realtà dei fatti.

siccità buco nell'acqua
Photo by Pixabay on Pexels.com

Accade, proprio in questi giorni di calura e di avvicinamento alle vendemmie sull’isola, immancabile come gli incendi estivi e la cattiva gestione di un territorio sempre più consumato e costretto ad usi impropri (complici i pochi controlli e l’inerzia di Pubblica amministrazione e magistrature), di ascoltare, registrare e annotare una sfilza di dichiarazioni, in crescendo rossiniano, che ci raccontano con dovizia di particolari e prove conclamate che, siccità, alte temperature e carenza di risorse idriche, hanno compromesso la produzione e la vendemmia 2022. Un coro polifonico, strumentale negli obiettivi, condotto sul solito spartito di una lagna lamentosa, dai toni tragici (per non dire comica e buffonesca) che proclama disastri e disfatte per l’unica vera importante filiera produttiva siciliana, capace di andare e con successo in giro per il mondo.

Vendemmia compromessa. Desertificazione. Perdita di prodotto. Manca l’acqua per le vigne assetate. Siamo abbandonati al nostro destino e nessuno interviene. Ci manca solo l’arrivo delle cavallette e l’angelo sterminatore dei primogeniti in Egitto. Frequentando le campagne delle terre siciliane e visitando i bacini idrici questo stato disastroso non riusciamo proprio a documentarlo. A sentire i vertici del servizio dell’Assessorato competente e del Servizio di gestione dei bacini – in media, rispetto al 2021, quest’anno la Sicilia dispone di un 20% in più di acqua accumulata e disponibile.

Un dato che smentisce nei fatti l’elemento fondativo di questa ennesima prova di falsificazione della realtà dei fatti (appunto), ufficiali e riscontrati. Stupisce il silenzio delle organizzazioni datoriali,. Stupisce la politica che non risponde, anzi avalla e consegna alla cronaca una sorta di  lasciapassare di queste vecchie logiche pervasive fondate su una grande impostura (ovviamente rigorosamente falsa). I lamenti preparano la strada a piogge di denari che vanno ad ingrossare e ingrassare i soliti affluenti e personaggi. Cosa dice il SIAN – il servizio meteorologico dell’assessorato regionale all’Agricoltura. Esca i dati, del 2021 e del 2022, ma anche lo storico degli ultimi 10 anni. Scoprirete tante cose davvero. Palermo ha la stessa pioggia di Berlino e di Londra. il nostro paese ha precipitazioni medie tra le più alte in Europa. Manipolare i dati è sempre un esercizio ad alto rischio e le speculazioni – se si vuole – possono essere facilmente smontate, se si intende farlo. Rileggete Sciascia. Non vi farà male.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Un milione e 100 mila euro per adeguare gli impianti elettrici di tre dighe in Sicilia, tutte nell’Ennese. Lo prevede un bando del dipartimento dell’Acqua e dei rifiuti pubblicato sul sito istituzionale della Regione Siciliana. In particolare, nella diga Olivo, in contrada Gritti a Piazza Armerina, verranno eseguiti lavori su distribuzione esterna, cabina elettrica, due gruppi […]

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]