Aeroporto di Trapani, al via l’aumento di capitale per Airgest

L’assemblea dei soci di Airgest, la società di gestione dell’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi, alla presenza del socio di maggioranza della Regione siciliana, ha deliberato l’approvazione del bilancio d’esercizio 2017 e il piano di risanamento, e ha deliberato altresì l’aumento del capitale sociale di cui, il socio Regione, ha già sottoscritto in sede di lavori assembleari la complessiva quota di 12 milioni e mezzo, tra valore nominale e sovrapprezzo azioni.

Il risultato è stato salutato con soddisfazione dal presidente del cda di Airgest, Paolo Angius: «E’ la dimostrazione del buon lavoro fatto in questi mesi che ha rafforzato la fiducia degli azionisti e che ha permesso il risanamento della società e l’aumento del capitale».

. “Accogliamo con entusiasmo la decisione del Governo, ufficializzata oggi nel corso dell’assemblea dei soci, di sottoscrivere l’aumento del capitale sociale di Airgest e quindi di continuare a investire nella società di cui la Regione è socio di maggioranza”, commenta il presidente di Sicindustria Trapani, Gregory Bongiorno. “Si tratta, infatti, – aggiunge – di un passaggio di fondamentale importanza, propedeutico rispetto al futuro dello scalo trapanese. La scelta di ricapitalizzare Airgest, infatti, consente di dare maggiore solidità alla società e quindi di favorire eventuali sviluppi come la possibile e auspicata fusione con Gesap.
A questo punto non resta che sollecitare la politica al fine di definire e completare nel più breve tempo possibile le fasi necessarie alla pubblicazione del bando per il nuovo vettore. Per quanto ci riguarda, Sicindustria continuerà a collaborare affinché non venga disperso il patrimonio comune costruito in questi anni, che ha portato un importante incremento delle presenze turistiche e sviluppo del nostro territorio”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.