Agenda digitale Sicilia, 8 milioni per 142 comuni. Ecco dove



Comuni siciliani sempre più digitali. Wi-fi pubblico nelle piazze, nascita di centri di democrazia partecipata, informatizzazione del processo civile, erogazione di servizi digitali avanzati da parte della pubblica amministrazione mediante l’uso di Spid e PagoPa. E ancora, adozione di piattaforme informatiche condivise negli enti locali e razionalizzazione delle banche dati pubbliche.

Comuni digitali

Interventi destinati a 142 enti locali siciliani e finanziati con Fondi europei

Sono questi alcuni degli interventi che potranno essere attuati in Sicilia grazie alla chiamata a progetto disposta dall’Autorità regionale per l’Innovazione tecnologica, facente capo all’assessorato regionale all’Economia. Si tratta di interventi destinati a 142 enti locali facenti parte di alcuni Gal (Gruppi di azione locale) siciliani. Le risorse ammontano 8 milioni di euro, a valere sulle azioni 2.2.1, 2.2.3 e 2.3.1 del Po Fesr 2014-2020 per lo sviluppo locale di tipo partecipativo .  

«Le proiezioni sullo sviluppo locale dell’Agenda digitale – spiega l’assessore all’Economia, Gaetano Armao – consentono di investire oltre 8 milioni di euro per progetti di informatizzazione. L’Agenda digitale regionale – aggiunge Armao –  con oltre 288 milioni di euro impegnati nella realizzazione di infrastrutture e servizi, pone la Sicilia all’avanguardia nella trasformazione digitale in Europa».

Questi i 12 Gal che hanno partecipato a un percorso negoziale sugli interventi da attuare e ai cui enti è destinata la chiamata a progetto: Gal Eloro (5), Gal Etna (8), Gal Etna Sud (5), Gal Golfo di Castellammare (8), Gal Kalat (6), Gal Nebrodi Plus (21 Comuni), Gal Rocca di Cerere (17 Comuni), Gal Sicani (17 Comuni), Gal Sicilia Centro Meridionale (13 Comuni), Gal Terre di Aci (5 Comuni), Gal Terre del Nisseno (17 Comuni), Gal Terre Normanne (20 Comuni).  

Le domande di partecipazione potranno essere presentate da giugno. Il termine ultimo è il 15 luglio 2021.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

3 min

Alla Sicilia mancano 35 impianti per i rifiuti. A renderlo noto è CONAI, che nel suo studio Per uno sviluppo della raccolta differenziata nel Centro-Sud stima – per la prima volta in Italia – il fabbisogno impiantistico delle Regioni del Mezzogiorno in vista degli obiettivi di riciclo chiesti dall’Unione Europea al 2030. L’investimento necessario in […]

5 min

Ad un anno dall’atto di costituzione, la Fondazione SOStain Sicilia entra nella fase operativa, con l’invito rivolto alle aziende siciliane verso l’iter di certificazione, sotto la guida del comitato scientifico della Fondazione.Gli obiettivi del programma, condivisi nel corso del webinar “SOStain è …”, moderato dalla giornalista Fernarda Roggero, firma de Il Sole 24 Ore,  sono stati elencati […]

3 min

Voi Technology, azienda svedese di micro-mobilità che offre servizi di sharing in partnership con le pubbliche amministrazioni locali, si fa promotrice del movimento della “Città in 15 minuti” proponendo soluzioni e innovazioni che contribuiranno allo sviluppo sostenibile e al miglioramento della mobilità del capoluogo. Voi Technology, una delle società in gara per il bando indetto […]

3 min

Liberarsi dalle discariche grazie a un costante aumento della raccolta differenziata e alla costruzione di un termovalorizzatore, forti del Piano regionale dei rifiuti, pubblicato in Gazzetta ufficiale lo scorso 9 aprile. Questo l’obiettivo del governo regionale, in linea con le indicazioni dell’Unione europea, per «porre rimedio a 30 anni di guasti e di opacità politiche […]