Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Bonifiche siti inquinati, sbloccati 150 milioni per interventi in tutta la Sicilia



Sbloccati 150 milioni di euro destinati alle bonifiche di grandi aree inquinate in Sicilia. Il governo Musumeci potrà utilizzare queste somme per ultimare interventi strategici bloccati da anni e finanziare nuovi progetti. Un risultato ottenuto dall’esecutivo di Palazzo Orleans dopo mesi di duro lavoro e lungo confronto con Roma. Si tratta di finanziamenti stanziati a partire dal 1999, durante la lunga gestione commissariale terminata nel 2016. A quel punto, sarebbero dovuti transitare nel bilancio regionale, previa rendicontazione di tutti i progetti, operazione però mai portata a termine in passato.

Da qui il lungo lavoro dell’assessorato all’Energia e in particolare del dipartimento Acqua e rifiuti, per la definizione delle procedure per la ricostruzione certosina di vecchi procedimenti che hanno condotto all’accertamento di notevoli somme non spese negli ultimi venti anni. Numerose note e sollecito inviati ai ministeri competenti e al dipartimento della Protezione civile, che ha proposto l’emendamento che ha sbloccato i fondi fermi da decenni.

«Adesso tocca a noi – sottolinea il presidente della Regione Nello Musumeci – colmare il vuoto del passato. È una scommessa per restituire alla nostra Isola la rassicurazione di un ambiente assai devastato dalla irresponsabilità di pochi e dalle disattenzioni di tanti».

Per consentire il trasferimento delle somme nel bilancio regionale è stato necessario anche una norma inserita nel cosiddetto “Milleproroghe”, approvato ieri anche in Senato: la norma consentirà alla Regione di trasferire le risorse entro il prossimo mese di giugno.

«Sin dal nostro insediamento – spiega l’assessore regionale Alberto Pierobon – abbiamo lavorato per consentire l’utilizzo di queste risorse fondamentali per le bonifiche: sia per concludere gli interventi in essere, sia per programmare nuovi interventi in aree inquinate sulle quali i cittadini richiedono un intervento immediato».
Delle risorse complessive stanziate negli anni, sono stati spesi circa 200 milioni di euro, mentre i restanti 150 milioni erano rimasti nella contabilità speciale e solo adesso sono stati sbloccati. Nel dettaglio, 93 milioni di euro sono del ministero dell’Ambiente, altri 18 milioni provenivano da Fondi regionali, mentre 7,5 milioni erano da richiedere al ministero dell’Economia per il completamento di interventi ambientali in corso. Tra le risorse sbloccate ci sono anche 27 milioni di euro di economie varie, che adesso potranno essere impiegati per finanziare nuovi interventi di bonifica.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]