sabato, Ottobre 24
Shadow

Cook Magazine dedicato alla ripartenza: in copertina lo chef Chicco Cerea

Un nuovo inizio per una nuova sfida. È stato presentato il quarto numero 2020 di Cook Magazine, rivista di settore sul mondo Horeca. In occasione del primo anno di vita della rivista, all’interno di Villa Boscogrande a Palermo, ospiti del patron Natale Di Maria, la nuova redazione ha incontrato giornalisti, produttori e professionisti.
Cook Magazine torna a raccontare il mondo dell’enogastronomia, nazionale ed internazionale. Oltre ad accedere alle notizie online sul sito Cook Magazine, è possibile abbonarsi ai numeri trimestrali ricchi di approfondimenti, informazioni sul mondo dell’enogastronomia, novità, tendenze, consigli e suggerimenti su tutto ciò che riguarda il comparto Ho.Re.Ca.

La serata di presentazione del quarto numero 2020 si è svolta nel rispetto della normativa anti-Covid vigente per il contenimento di contagi. Al tavolo dei relatori il direttore responsabile, Emanuele Termini, il caporedattore Federica Raccuglia, il responsabile sezione vino, Veronica Laguardia, il responsabile marketing Francesco Tumminello e Antonio Cottone, presidente Fipe Palermo. Presenti anche l’art director Walter Muraglia, la food editor Rosanna Pasta e l’editore Francesco Fontana, che ha lanciato un messaggio di incoraggiamento alla squadra. “Lavorare con una redazione giovane è stimolante. Ognuno con la sua professionalità – ha detto – riesce ad apportare un contributo fondamentale per la buona riuscita del lavoro”.

Il quarto numero della rivista arriva dopo lo stop obbligato dell’uscita di giugno. “Cook Magazine ha deciso di dare un segnale in un momento particolare – ha spiegato il direttore Emanuele Termini -. Abbiamo scelto, per questa uscita di settembre, un tema di fondo che è quello della ripartenza. Abbiamo raccontato una realtà propria di molti operatori del settore, tra ristorazione, hotellerie, cantine, produttori. Ognuno di loro ha saputo reinventarsi in un momento in cui non ci sono certezze. La nostra copertina parla chiaro, abbiamo scelto un’eccellenza che è anche esempio di enorme umanità, di capacità, di resilienza. Stiamo parlando di Chicco Cerea, 3 stelle Michelin. Cerea è riuscito a ricodificare l’immagine del grande imprenditore, del ristoratore, dando un segnale alla sua popolazione in un territorio come Bergamo, epicentro del Coronavirus”.

Al termine della presentazione è stata offerta una degustazione di finger food del padrone di casa, lo chef Natale Di Maria, membro della Federazione Euro Toque, accompagnato da Mario Di Cristina, vicepresidente nazionale AMIRA. Sul tavolo anche le eccellenze di alcuni produttori “amici” di Cook Magazine come Fiasconaro. E poi ancora i formaggi di Nino Spera, l’olio Embrace, il caffè di Morettino e il liquore al ficodindia Ficurì di Tenuta del Duca. Tutto per un momento di convivialità e scambio di idee. Ad accompagnare l’aperitivo i vini di Alessandro di Camporeale con il loro cru di Grillo di Mandranova e di Tasca d’Almerita con i vini provenienti da tre delle loro splendide tenute: Grillo Mozia, Ghiaia Nera Etna rosso Doc e Didyme Malvasia.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.