Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Coronavirus, ricerca Cnr: “Il 75% degli italiani ha fiducia nella gestione della pandemia”



È un livello di fiducia nelle istituzioni molto alto quello evidenziato dai risultati di un’indagine “Coronavirus e fiducia”, realizzata a marzo 2020 dall’Istituto di scienze e tecnologie della cognizione del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Istc) di Roma durante le prime fasi della crisi Covid-19, nel momento in cui il contagio si stava rapidamente diffondendo nel nostro Paese.

La ricerca, con il titolo “All We Need is Trust: How the COVID-19 Outbreak Reconfigured Trust in Italian Public Institutions”, è stata pubblicata su Frontiers in Psychology a firma dei ricercatori Rino Falcone, Elisa Colì, Silvia Felletti, Alessandro Sapienza, Cristiano Castelfranchi e Fabio Paglieri.

“Oltre alla eccezionale gravità sanitaria, l’epidemia ha comportato uno stravolgimento nei nostri comportamenti, l’interruzione delle attività lavorative e di svago, distanziamento, blocco della mobilità. Con l’indagine volevamo indagare gli aspetti socio-cognitivi e comportamentali in merito alla gestione e messa in atto di provvedimenti e linee guida per il contrasto e la diffusione del virus”, spiega Falcone. L’indagine ha interessato 4.260 persone, 57% donne e 43% uomini, tramite un questionario basato su un modello sviluppato da Castelfranchi e Falcone, “esplorando in particolare le opinioni sulla competenza delle Autorità pubbliche (Ap) riguardo a finalità ed efficacia delle misure di sicurezza, oltre che alla fiducia complessiva verso le istituzioni”.

Lo studio evidenzia che la competenza delle Autorità pubbliche è stata valutata positivamente dalla maggioranza degli intervistati per le corrette misure prescrittive (divieti, chiusure, etc., 79,3%) e linee guida comportamentali (raccomandazioni, consigli, 82,7%). Il campione attribuisce piena intenzionalità (reale volontà e motivazioni adeguate e trasparenti) alle Ap per il contenimento della pandemia, sia attraverso norme (90,2%) che linee guida (89,1%); riguardo alle azioni conseguenti, gli investimenti prospettati sono giudicati sufficienti dal 55,9% e il 43,1% ritiene che non ci siano altri interessi in gioco.

Ma come convincere gli scettici a uniformarsi alle regole e a comportamenti responsabili? “Facendo leva sullo spirito di condivisione contro una minaccia comune (90%), auspicando maggiore fiducia verso le autorità pubbliche in termini di azioni e tempestività (83,8%), considerando meglio i rischi associati alla pandemia (80,6%)”, sottolinea Falcone. “A marzo 2020 la fiducia istituzionale risulta molto alta (75%), un dato in netto contrasto con i livelli relativamente bassi caratteristici dell’Italia, sia storicamente che in recenti indagini come quelle pubblicate nel Rapporto Eurispes – Italia 2020, che indica il 14,6% (6,2 punti in meno rispetto al 2019). Per il 92,6% degli intervistati, poi, la fonte informativa più affidabile sono gli scienziati. Su quale sia l’Autorità più adeguata a prendere decisioni in merito all’emergenza, il 72,8% indica il governo, il 13,3% la Protezione civile, il 4,2% la Presidenza della Repubblica e solo il 3,6% le amministrazioni regionali. Pertanto, la stragrande maggioranza considera le pandemie una questione da affrontare a livello nazionale”.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]