Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Distretto Tecnologico Sicilia Micro e Nano Sistemi, Neri nuovo presidente



Il Consiglio di Amministrazione del Distretto Tecnologico Sicilia Micro e Nano Sistemi, nella seduta del 9 Luglio scorso, ha nominato il prof. Fortunato Neri, ordinario di Fisica Sperimentale e Direttore del Dipartimento MIFT dell’Università di Messina,  Presidente, e  l’Ing. Filippo D’Arpa (già dirigente di IBM Italia)  Amministratore Delegato per il triennio 2020-2022.
Il Distretto Tecnologico Sicilia Micro e Nano Sistemi è una società consortile, operante sin dal 2008, costituita da imprese, università, enti pubblici e privati di ricerca, associazioni di categoria che hanno sedi operative nel territorio regionale. Rappresenta un sistema integrato e coerente di “ricerca-formazione-innovazione” che svolge un ruolo propulsore della crescita economica sostenibile della Sicilia sintetizzando al proprio interno ed integrandoli verticalmente, i principali attori della filiera delle micro e nanotecnologie presenti sul territorio regionale.
Oltre agli Atenei di Catania, Messina e Palermo, il Consiglio Nazionale delle Ricerche e l’Istituto Nazionale di Astrofisica, annovera nel partneriato importanti aziende leader del settore (tra cui ST-Microelectronics s.r.l., Engineering Ingegneria Informatica, Corvallis s.p.a., Italtel s.p.a., ISMETT s.r.l., SIFI s.p.a.) che svolgono un ruolo fondamentale garantendo elevate competenze sulla ricerca avanzata in ambito micro e nano tecnologie, oltre che un potenziale considerevole in termini di assets (es. laboratori, brevetti), relazioni e credibilità internazionale.
D’altra parte gli enti di ricerca e le università sono il fulcro e l’asse portante della ricerca tecnologica e, facendo leva sulla ricerca di base che normalmente svolgono, si integrano con le altre realtà del Distretto per sviluppare ricerca industriale. In aggiunta alle competenze e agli assets del suo partenariato, il Distretto si avvale di un team di risorse dirette, dotato di competenze distintive nell’ambito del project management, alle quali è affidato il compito di gestire attività progettuali spesso caratterizzate da un’elevata complessità.
La partecipazione alle attività del Distretto, con una posizione di rilievo nel prossimo triennio, potrà permettere all’Ateneo di Messina di intercettare e intrecciare ulteriormente le filiere di ricerca sia di base che applicata con le attività di ricerca e di sviluppo industriale, favorendo così le operazioni di trasferimento tecnologico e di formazione e valorizzazione di giovani laureati e ricercatori

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]