Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Economia Ragusa, export in volata per i prodotti iblei: crescita oltre il 25 per cento



Una crescita superiore al 25% dell’export del made in Ragusa segna un dato positivo all’interno di una fotografia in bianco e nero della situazione economica della provincia siciliana. A fronte di una volata dei prodotti locali, il ragusano ha una grande difficoltà (34,7%) nel reperimento delle figure professionali e una forte sofferenza per l’escalation dei costi delle materie prime. Lo studio economico del territorio è stato presentato questa mattina, nel corso dell’assemblea di Confartigianato Ragusa, durante la quale sono state rinnovate anche le cariche della dirigenza. Gianni Amarù è stato rieletto presidente dell’associazione territoriale e al suo fianco, come segretario, resta Angelo Raniolo.

L’assemblea si è svolta nei locali della Camera di Commercio di Ragusa. A fare gli onori di casa la dirigenza della Confartigianato territoriale. Presenti anche il presidente e il segretario regionale , Giuseppe Pezzati e Andrea di Vincenzo. Un’occasione per riflettere anche sul valore artigiano e la bilateralità, con interventi mirati sul mondo dell’Edilcassa (la cassa edile regionale) e di Ebas (Ente Bilaterale Artigianato Siciliano). Ospiti della giornata, infatti, Iolanda Schifano per l’Edilcassa e Franco Cantafia, per l’Ebas. Presente inoltre il sindaco di Ragusa, Peppe Cassì.

Il presidente Gianni Amarù, alla guida dell’associazione per il secondo mandato, ha voluto sottolineare la delicatezza di questo nuovo percorso che dovrà accompagnare le imprese, oggi più che mai, in uno scenario pieno di cambiamenti. “Uno scenario che mostra ancora delle ferite che la pandemia ci ha lasciato – ha detto –, ma che offre allo stesso tempo, un orizzonte di prospettive e di rilancio per la nostra economia e per la società tutta. I punti cardine della nostra identità sono la qualità artigianale e la sostenibilità, e non c’è piccolo imprenditore, non c’è artigiano che non esprima questi valori”.

Il presidente regionale di Confartigianato, nell’augurare buon lavoro alla squadra ragusana, ha sottolineato l’importanza dell’associazione di prossimità. “Come associazione di rappresentanza degli artigiani e delle micro e piccole imprese del territorio abbiamo sempre sostenuto che ‘Piccolo è bello, ma insieme in molti casi è meglio’ – ha sottolineato Pezzati – e non è mai stato tanto vero quanto in questi drammatici mesi di pandemia, in cui Confartigianato è stata associazione di prossimità,  di vicinanza alle persone e alle famiglie,

riaffermando l’importanza del ruolo di rappresentanza e di sostegno nei confronti degli imprenditori e delle comunità. Ci attendono ora delle sfide complesse per il futuro: stiamo lottando per le nostre imprese, continuando a chiedere nelle sedi istituzionali di merito che nel costruire i prossimi interventi regionali si pensi al piccolo imprenditore, al piccolo che deve dimenarsi tra le pastoie burocratiche, al piccolo che deve contrattare un finanziamento in banca per restare sul mercato”.

E il report 2021 realizzato dall’Osservatorio economico di Confartigianato Sicilia, mette in evidenza criticità e numeri importanti del territorio ragusano. Ecco il dettaglio.

TESSUTO IMPRENDITORIALE. Sono 37.838 le imprese registrate al terzo trimestre 2021, di cui 16,4%, pari a 6.196 unità, artigiane. Dall’analisi dei dati trimestrali di Movimprese, si osserva che in provincia di Ragusa le aperture di nuove imprese tra luglio-settembre 2021 hanno raggiunto le 332 unità, valore inferiore di 53 unità al dato del secondo trimestre 2019, quando le iscrizioni arrivarono a 385.

Restano, invece, nettamente sotto la media degli ultimi anni le cancellazioni che, tra luglio e settembre, raggiungono le 170 unità, circa la metà in meno del valore registrato nel secondo trimestre 2019, probabilmente per effetto delle misure di sostegno messe in atto dal Governo. È pertanto ragionevole stimare l’esistenza di una “platea nascosta” di imprese che in circostanze diverse avrebbero già cessato l’attività (Movimprese, 2021). La medesima evidenza si rileva per l’artigianato dove le cessazioni (33) sono più contenute di quelle del III trimestre 2019 (72).

Il numero delle start up nate negli ultimi 21 mesi di pandemia (marzo 2020-ottobre 2021) è di 2.933 e si concentra principalmente in questi tre settori: agricoltura, silvicoltura e pesca (557), commercio all’ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli (301) e costruzioni (281).

MERCATO DEL LAVORO. Sul fronte lavoro si osserva una dinamica positiva per le entrate previste in ingresso dalle imprese: nei tre mesi di fine anno (ottobre-dicembre 2021) rispetto allo stesso periodo del 2019 gli ingressi preventivati salgono del +37,9%.

Nel dettaglio a livello settoriale oltre il 50% delle entrate sono previste in ingresso dalle imprese dei settori del Commercio (25,2%) e dei Manifatturiero esteso (20,0%).

A ottobre 2021 la quota di imprese che riscontra difficoltà nel reperire le figure professionali di cui ha necessità per far fronte all’incremento di domanda si attesta al 34,7%, valore superiore di 15 punti a quello registrato ad ottobre 2019 (19,7%). Tra le figure professionali più ricercate: Operai specializzati nell’edilizia e nella manutenzione degli edifici (230 entrate preventivate), Conduttori di mezzi di trasporto (200), Commessi e altro personale qualificato in negozi ed esercizi all’ingrosso (160), Operai specializzati e conduttori di impianti nell’industria alimentare (150), Operai nelle attività metalmeccaniche ed elettromeccaniche (140), Cuochi, camerieri e altre professioni dei servizi turistici (110).

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]