Enti locali, Fondo di rotazione per la progettazione: ecco il decreto

Era un impegno assunto formalmente nel mese di settembre dall’Assessore Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, l’ing. Luigi Bosco, che ha trovato concreta definizione in data di oggi, 9 novembre 2017, con l’adozione del decreto assessoriale n. 70, in esecuzione della deliberazione della Giunta di Governo n. 493 dl 30 ottobre 2017. Con tale delibera, infatti, è stata resa immediatamente utilizzabile una prima tranche di finanziamenti, pari a 3,5 milioni di euro del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014/2020 a cui, molto presto, sarà possibile aggiungere altri 10 milioni di euro di cui alla delibera CIPE 52/17 e quanto ancora necessario per arrivare alla concorrenza di 23 milioni di euro, pari all’1% della dotazione del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014/2020. Si è pertanto perfezionato il bando per l’accesso, da parte degli enti locali della Sicilia al fondo di rotazione per la redazione della progettazione, di ogni livello tra quelli normativamente previsti, di interventi coerenti con i programmi della politica di coesione dell’Unione Europea, con priorità per quelli riferibili al ciclo della programmazione per il periodo 2014/2020. Gli interventi da proporre, ovviamente, dovranno risultare regolarmente inseriti nei piani triennali dei lavori pubblici degli enti proponenti.

A partire dal quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione sulla gazzetta ufficiale della Regione del suddetto decreto, gli enti locali interessati potranno accedere “a sportello”, cioè alla ac-quisizione delle risorse secondo l’ordine cronologico di presentazione, al fondo di rotazione di che trattasi. Si tratta di un intervento molto atteso dagli enti locali, dal mondo imprenditoriale, oltre che dagli Ordini professionali che, finalmente e per la prima volta in Sicilia, potrà consentire la predisposizione di quella progettazione la cui carenza, sinora, non ha consentito di accedere compiutamente alle risorse rese disponibili dai vari strumenti della programmazione delle risorse europee.
“Ritengo che non potesse concludersi meglio la mia pur breve attività al servizio del Governo della Regione. Si tratta di un provvedimento che ho fortemente voluto, per la cui adozione è stato necessario il superamento di numerose difficoltà amministrative e procedurali grazie alla competente collaborazione del Dipartimento Regionale Tecnico e del Dipartimento delle Infrastrutture, della Mobilità e dei Trasporti, che potrà assicurare l’utilizzabilità di quella provvista finanziaria immediata che potrà consentire di avviare, una volta finanziate le opere progettate, i cantieri che garantiranno ulteriore nuova occupazione” ha dichiarato soddisfatto l’Assessore Regionale delle Infrastrutture, l’ing. Luigi Bosco.

Il testo integrale del decreto e lo schema di domanda sono accessibili attraverso il link seguente:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.