Shadow

Fisco: contrabbando carburanti, cinque arresti

Associazione per delinquere e contrabbando di prodotti petroliferi. Cinque arresti domiciliari e sequestro di beni per oltre 40 milioni di euro nell’operazione “Never green” della Guardia di finanza e dell’Agenzia delle dogane di Trapani, in azione nelle province di Trapani, Palermo e Catania. Coinvolte le aziende “Pinta Zottolo Spa” di Mazara del Vallo, uno dei depositi fiscali di carburante piu’ importanti della Sicilia (con capacita’ di stoccaggio di circa 4 milioni di litri di oli minerali), e la Messana Saverio Srl di Alcamo. Disvelato un complesso meccanismo fraudolento di vastissime proporzioni finalizzato all’evasione fiscale.

In particolare, l’attività investigativa svolta dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria e dai funzionari dell’Agenzia delle dogane, anche con intercettazioni, ha consentito di accertare che la “Pinta Zottolo” aveva simulato la denaturazione di enormi quantità di gasolio da destinare ad usi agevolati (con aliquota fortemente scontata o esente) ed emesso falsi documenti di trasporto e false fatture di vendita dello stesso prodotto nei confronti di clienti compiacenti o talvolta addirittura completamente estranei ed ignari di essere destinatari solo cartolari del prodotto petrolifero.

Leggi anche  Credito, in Sicilia diminuiscono le rapine in banca

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.