Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Imprese vittime del racket, rimborsi fermi da tre anni alla Regione



. I rimborsi per le imprese vittime di estorsione e usura in Sicilia sono fermi da tre anni. All’assessorato regionale alla Famiglia, infatti, le richieste di rimborso dei contributi previdenziali per le imprese vessate, così come prevede il beneficio inserito nella legge 15/2008, sono inevase dal 2016 e l’ultimo anno pagato risulta il 2015. A denunciarlo è l’Assci, Associazione per lo sviluppo e la salvaguardia del credito alle imprese.

Il beneficio della legge 15/2008 prevede il rimborso dei contributi previdenziali per le imprese riconosciute vittime del racket e prevede un contributo fino a 200 mila euro a seconda della dimensione dell’azienda e del numero di occupati.

“I ritardi – spiega Giuseppe Spera, presidente dell’Assci – dipenderebbe a quanto pare sia da mancanza di fondi che da problematiche interne alla burocrazia. Una situazione che mette in forte difficoltà le aziende beneficiarie che vorrebbero poter contare anche su questi aiuti per rilanciare le proprie attività, dopo essere state bloccate dalla criminalità. Oltre un mese fa la nostra associazione ha chiesto un incontro all’assessorato su questo argomento ma ancora non abbiamo ricevuto risposta. Ci appelliamo anche a tutte le forze politiche regionali perché facciano passi concreti per sbloccare questa situazione”.

Cos’è l’ASSCI

L’Associazione per lo sviluppo e la salvaguardia del credito alle imprese (in breve Assci) è nata nel 2017 con l’intento di ricercare e proporre a istituzioni ed enti pubblici e privati azioni e soluzioni finalizzate alla tutela e alla promozione del diritto allo sviluppo economico ed al libero esercizio dell’attività d’impresa, scevro da abusi, pressioni usuraie ed anatocistiche, oltre che da logiche estorsive criminali.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]