domenica, Novembre 29
Shadow

Iran attacca Usa, petrolio e oro volano

Brent in volata questa notte dopo l’attacco delle forze dell’Iran alla base irachena di Erbil, dove sono stanziate le truppe americane.

Il greggio, dopo i bombardamenti dell’Iran, di riferimento europeo è salito a 71,7 dollari, con un rialzo di oltre il 5%, per poi stabilizzarsi in mattinata sui 69 dollari. Stessa sorte per il Wti americano salito oltre i 65 dollari per poi tornare sui 63,3 dollari al barile.

Anche il prezzo dell’oro si raffredda dopo la fiammata della notte ai massimi da settembre del 2012, a 1.611 dollari l’oncia. Le quotazioni sono scese a 1.593,86 dollari.
Poco mossi invece i mercati valutari con l’euro scambiato a 1.1150 dollari (1,1144 dollari dopo la chiusura di Wall Street di ieri sera) e 120,86 yen.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.