Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

La scommessa del Festival del giornalismo enogastronomico



Un territorio disseminato di eccellenze e di imprese, piccole ma di grande qualità. E’ l’area dei Nebrodi, in provincia di Messina: dall’olio al suino nero, dalla nocciola al pane. Sono solo alcuni prodotti ma bastano a descrivere brevemente quella che possiamo chiamare la Fabbrica contadina dei Nebrodi che sarà protagonista della quarta edizione del Festival del giornalismo enogastronomico che si terrà dal 14 al 16 dicembre a Galati Mamertino in provincia di Messina.

E non è solo una festa dell’enogastronomia, quella che ormai si celebra nel piccolo comune dei Nebrodi. Perché  il Festival è l’occasione per fare il punto sullo sviluppo di quella che abbiamo battezzato fabbrica contadina dei Nebrodi non perché è di moda il termine ma perché in realtà grazie all’impegno di piccoli produttori, grazie ai sacrifici e spesso alla follia di chi ha creduto nel buono, sano e giusto si può cominciare a parlare di sistema agroalimentare dei Nebrodi, che resta un po’ frammentato ma esiste ed è in cerca di spazi sui mercati non solo locali. I giornalisti che parteciperanno al Festival, animando sì i convegni accreditati dall’Ordine dei giornalisti ma contribuendo con la loro esperienza al dibattito che quest’anno si svolge a tavola, recuperando il senso del convivium che è parente dell’otium latino ma è anche il momento in cui è possibile scambiare opinioni, confrontarsi sulle idee. Il Festival del giornalismo enogastronomico resta, nel panorama regionale, una occasione unica di confronto su temi che hanno un unico comun denominatore: l’economia e lo sviluppo del territorio. Perché il Festival è soprattutto una scommessa: sottrarre i Nebrodi alla cultura parassitaria e assistenzialista e farli diventare un modello di economia moderna che ha saputo scommettere sulla qualità. Queste sono le storie che possono raccontare i ragazzi dell’Antico mulino a Pietra di Longi, o ancora Giacomo Emanuele con le sue api, o ancora Pino Drago che sogna il presidio del pane dei Nebrodi e ha già provato a seminare i grani antichi siciliani con un omaggio ai suoi genitori ma anche a ciò che tutti noi siamo stati: il grano, in fondo, è stato e può tornare a essere un simbolo della ricchezza e della fertilità di questa isola.

Il Festival non è una cosa per pochi ma una occasione per i tanti che vorranno partecipare: basta telefonare a De Gusto, a Donna Santina a alla Falda per prenotare un tavolo e diventare protagonisti insieme ad altri di questa edizione all’insegna delle contaminazioni: ai fornelli grandi chef con i ristoratori locali. Per trovare insieme non solo una ricetta ma anche una strada che abbia alla base i prodotti dell’isola e non solo dei Nebrodi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

Nel corso del 2020, attraverso i suo impianti, Siciliacque è riuscita a produrre circa 5.500.000 Kwh di energia elettrica da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico e solare), riducendo così l’impatto sull’ambiente e minimizzando i consumi nella gestione del ciclo dell’acqua. È questo uno dei principali dati contenuti nel bilancio di sostenibilità di Siciliacque, approvato ieri […]

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]