Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

L’enoturismo spinge anche l’export. Il caso Vini Gambino



L’enoturismo può spingere l’export delle cantine. E’ la lezione che arriva dall’Etna, dalla Cantina Gambino, un’azienda che può contare su 25 ettari di terreno coltivato a vite e non solo, con circa 150mila bottiglie di vino prodotte ogni anno. Un caso di studio per comprendere quali possano essere le ricadute sui bilanci delle aziende del cosiddetto turismo del vino.  Ogni anno, mediamente arrivano sin qui, nelle campagne di Linguaglossa, Nel versante orientale del vulcano Etna,  oltre 40mila ospiti l’anno per le degustazioni  e sempre ogni anno partono da qui circa 60mila bottiglie di vino.  Spiega Francesco Raciti che insieme ai genitori (Vittorio e Maria Gambino che hanno creato l’azienda) e ai due fratelli guida la cantina: “Il vino per noi è un viaggio per il quale ci si prepara, si studia, si attende e che non finisce mai regalandoci ogni annata colori e sapori diversi e arricchendo l’esperienza del lavoro in cantina di sensazioni e valori unici, dalla terra che li produce alla gente che li ricerca – dice – . Il carattere tipico del nostro vino rispecchia quello del territorio da cui proviene ed è frutto di una saggia attenzione per la tradizione e la tecnologia. Tra i primi a scommettere sulle imprevedibili possibilità di riuscire a interpretare queste terre, oggi hanno imparato molto da questa pluriennale esperienza”.

Qui ci troviamo tra i 500 e i 1400 metri di altitudine, si trovano le località a più spiccata vocazione vitivinicola, e i vigneti più rappresentativi dell’enologia etnea. Proprio a questi vigneti si deve la più antica Denominazione di Origine Controllata siciliana, istituita nel 1968.

“Condizioni uniche di clima e di terreno determinano la tipicità delle uve e del vino dell’Etna – spiegano dall’azienda – . Alle quote più alte gli sbalzi termici tra il giorno e la notte (notevoli, fino a 13-15°C) consentono una maturazione fenolica e aromatica fondamentale per il colore e il sapore delle uve rosse, e per l’aroma delle uve bianche. Il terreno vulcanico “ripiddu” è inoltre ricchissimo di potassio (con concentrazioni doppie rispetto agli altri terreni) che fornisce un equilibrato tenore zuccherino alle uve e un giusto rapporto tra acidi e alcoli”.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]

3 min

Alla Sicilia mancano 35 impianti per i rifiuti. A renderlo noto è CONAI, che nel suo studio Per uno sviluppo della raccolta differenziata nel Centro-Sud stima – per la prima volta in Italia – il fabbisogno impiantistico delle Regioni del Mezzogiorno in vista degli obiettivi di riciclo chiesti dall’Unione Europea al 2030. L’investimento necessario in […]