Shadow

LovEat, l’amore per il cibo fa incontrare le aziende

VENEZIA – Partner provenienti da 12 paesi diversi e oltre 100 aziende del settore food & beverage e turismo esperenziale, europee ed extraeuropee, pronte a confrontarsi e presentare i loro prodotti. E poi,  cibo di qualità, varietà e genuinità delle eccellenze agroalimentari italiane ed internazionali, che saranno al centro degli incontri b2b, organizzati da Unioncamere del Veneto – Eurosportello e da EEN, rete promossa dalla Commissione Europea e presente in 52 Paesi del mondo con oltre 600 uffici. A ospitare gli incontri bilaterali sarà la prima edizione di LovEat, la fiera organizzata da HANAMI in collaborazione con Unioncamere del Veneto in programma al Pala Expo di Venezia dal 2 al 4 dicembre 2016.

 

Ma nello specifico cosa avverrà durante questi incontri face to face, promossi durante la tre giorni? Gli espositori di LovEat avranno la possibilità di incontrare buyer provenienti da Cina, Stati Uniti, Croazia, Austria, Spagna, Germania e Inghilterra e altri paesi del mondo che hanno già manifestato il loro interesse per realtà nate dalla tradizione e dall’amore per i prodotti sani e controllati all’origine: dal D.O.P all’I.G.P, passando per la produzione integrata, la qualità verificata, i vini D.O.C, D.O.C.G e altri marchi di qualità europei ed internazionali. Un momento, quindi, per far conoscere e sponsorizzare anche i prodotti meno conosciuti e per far sì che le eccellenze italiane e mondiali possano conquistarsi un posto nel panorama del food and beverage.

 

A mettere in contatto realtà diverse, ma con molti punti in comune, sarà ancora una volta la rete EEN, grazie al sito  www.een-matchmaking.com/loveat2016  Le aziende infatti hanno avuto la possibilità di registrarsi e di  descrivere la propria attività, i propri prodotti e la cooperazione ricercata. Attraverso questo sistema di “profilazione”, Unioncamere del Veneto – Eurosportello e la rete EEN hanno organizzato 12 tavoli di incontri, dove le aziende del food and beverage si alterneranno per scambiarsi idee ed incentivare lo sviluppo di relazioni commerciali e di cooperazione internazionale.

Leggi anche  Strategia energetica nazionale: ecco cosa prevede

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.