Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Opportunità in Cina per le imprese, Salerno (Sicindustria): “Ecco come fare business con WeChat”



Nel 2017 il giro d’affari della Sicilia con la Cina ha riguardato circa 256 milioni di euro di importazioni e oltre 147 milioni di esportazioni, con un incremento superiore al 200% rispetto al 2016. I settori trainanti per le esportazioni dalla Sicilia in Cina sono: articoli farmaceutici e chimico-medicinali e botanici; componenti elettronici; articoli d’arredamento, marmo e prodotti alimentari, che hanno fatto registrare un +135% rispetto all’anno precedente. “Un mercato in enorme espansione nel quale la Sicilia gioca già un ruolo, che deve essere accresciuto. Per farlo, però, occorre conoscere gli strumenti e la porta di ingresso per il mercato cinese si chiama WeChat”.

Lo ha detto stamattina Nino Salerno, delegato per l’internazionalizzazione di Sicindustria-Een, in occasione dell’unica tappa italiana del roadshow sulle opportunità di business offerte dal mercato cinese, che si è svolta a Palermo presso la sede degli industriali siciliani.

Il workshop, organizzato da Sicindustria, Consorzio Arca ed EU SME Centre China, tutti partner di Enterprise Europe Network, si è concentrato sulle modalità di creazione di un negozio cross-border su WeChat, la piattaforma cinese che conta un miliardo di utenti attivi al mese; una media di 120 mila transazioni al secondo e il 33% degli utenti che ogni mese fa acquisti on line.

“Sui social network in Occidente si comunica e basta – ha commentato Salerno – su WeChat invece si vende e si acquista. La Cina è la seconda economia al mondo per Pil nominale, con la prospettiva di superare gli Stati Uniti entro il 2030 e, soprattutto, mostra una grande attenzione per il made in Sicily. Una opportunità che non può essere ignorata”.

Da un punto di vista di business, WeChat si presenta come un enorme centro commerciale online dove i proprietari di piccole o grandi attività imprenditoriali, cinesi e estere, possono aprire un proprio account ufficiale, un negozio digitale grazie al quale possono avere visibilità e vendere nell’enorme mercato cinese.

“In Cina – ha spiegato Rafael Jimenez, business development advisor (EU SME Centre, Een China) – tutto funziona con WeChat che, in concreto, mette insieme tecnologie esistenti (messaggistica, browser, mobile payment, geolocalizzazione), creando una rete Internet compatta, la cui porta di ingresso è una semplice chat”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]

3 min

Alla Sicilia mancano 35 impianti per i rifiuti. A renderlo noto è CONAI, che nel suo studio Per uno sviluppo della raccolta differenziata nel Centro-Sud stima – per la prima volta in Italia – il fabbisogno impiantistico delle Regioni del Mezzogiorno in vista degli obiettivi di riciclo chiesti dall’Unione Europea al 2030. L’investimento necessario in […]