Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Pesca, Trapani: verso la costituzione di un Flag unico



Il Co.ge.p.a. (Consorzi di Gestione della Pesca Artigianale) di Trapani e le Organizzazioni di Produttori della Pesca della Provincia di Trapani insieme per costituire un FLAG (Fisheries Local Action Groups) unico che comprenda il litorale compreso da San Vito Lo Capo a Mazara del Vallo.

Un’esigenza emersa a seguito della pubblicazione, da alcune settimane, dell’avviso pubblico per la selezione dei FLAGs in Sicilia: una misura del FEAMP 2014/2020, nuovo Fondo Europeo del settore della Pesca, che assegna un ruolo centrale alle imprese della pesca artigianale tanto da considerarne il numero addirittura come elemento di calcolo del massimale di spesa da assegnare alla Strategia di Sviluppo locale proposta.

Il bando, pubblicato lo scorso 2 agosto, intende sostenere le strategie di sviluppo locale tra le marinerie attraverso il coinvolgimento e la partecipazione attiva del partenariato locale, pubblico e privato, la programmazione dal basso, la progettazione integrata territoriale e l’integrazione multisettoriale degli interventi e la messa in rete dei partenariati locali.

Si rende così necessaria, come affermano dal Coordinamento Regionale delle OO.PP., partire dal basso e dalla volontà dei soggetti interessati. Da qui la partecipazione sia del Co.ge.p.a. di Trapani, e delle imprese ad esso aderenti, che delle Organizzazioni dei Produttori, ad un unico FLAG.

Una quota superiore al 30% dell’assegnazione dei fondi destinati ai FLAGs dovrà essere destinata ad interventi strutturali inerenti la pesca e le produzioni ittiche. La restante parte dovrà essere destinata alla diversificazione delle attività, alla creazione di occupazione, alla promozione del benessere sociale e al rafforzamento del ruolo della comunità dei pescatori nello sviluppo locale e nella governance delle risorse di pesca locali e delle attività marittime.

Del resto un ruolo importante nella gestione delle risorse costiere è stato affidato dalla Regione Siciliana ai Co.ge.p.a., sia durante la precedente programmazione che l’attuale, al fine di promuovere e realizzare sistemi di gestione sostenibile della pesca costiera e alle Organizzazioni di Produttori per migliorare e promuovere tutte le attività inerenti alla commercializzazione dei prodotti della pesca. Obiettivi che le marinerie di Trapani, Marsala, San Vito Lo Capo e Mazara del Vallo hanno operato con successo in maniera largamente condivisa attraverso queste stesse Organizzazioni.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]