Riconversione anti-Covid: sbloccati 20 milioni di contributi per imprese


Si sbloccano dopo un anno i fondi per la riconversione anti-Covid delle imprese in Sicilia, che erano stati appostati in una norma della finanziaria dell’anno scorso, approvata all’unanimità dall’Assemblea siciliana, che aveva accolto la proposta legislativa avanzata da Meccatronica: all’inizio della pandemia il Distretto ha mobilitato le aziende per produrre mascherine chirurgiche, Ffp2, Ffp3, visiere in 3D, gel igienizzante, camici,  tute. Il risultato è stata la creazione di un sistema produttivo che in Sicilia non esisteva e che adesso si pone l’obiettivo del consolidamento e dello sviluppo.

anti-Covid

Il decreto di finanziamento per la riconversione anti-Covid, allegato alla delibera di giunta, assegna 20 milioni di euro: sarà l’Irfis FinSicilia con un apposito avviso a gestire il fondo: si tratta di contributi a fondo perduto, pari al 45% dell’investimento sostenuto e con un massimale del contributo pari a 800 mila euro. “Con questa norma governo e Parlamento hanno dimostrato sostegno concreto al tessuto produttivo siciliano – dice l’ingegnere Antonello Mineo, presidente del distretto Meccatronica –  Abbiamo lavorato senza sosta per raggiungere questo obiettivo, si poteva fare di più certo ma è pur sempre un risultato importante. Adesso confidiamo che questa misura, a disposizione delle imprese, venga implementata e strutturata: l’obiettivo deve essere quello di rafforzare il sistema produttivo ‘made in Sicily’, consentendo alle imprese di continuare a investire in questa filiera strategica, in modo tale che le produzioni possano soddisfare l’intero fabbisogno della Sicilia, che  ha dimostrato  di non avere bisogno di importare dal mercato estero prodotti  risultati spesso di pessima qualità, perché dispone di una rete di imprese  in grado di offrire il top della gamma”.

Sono una quindicina le aziende di Meccatronica che finora hanno investito nella riconversione. Il Distretto ora mette a disposizione il know-how acquisito durante questa pandemia, proponendosi come centro di aggregazione anche per tutte quelle aziende che intendono avviare progetti di riconversione e investire nel settore dei Dpi e tecnologie anti Covid ‘made in Sicily’.

“Voluta con determinazione dagli assessori Ruggero Razza e Gaetano Armao, la norma garantirà un ristoro anche per queste strategiche categorie del nostro tessuto produttivo, molte delle quali hanno avuto il coraggio di investire sul cambiamento della propria produzione industriale. Siamo pertanto grati al Governo Musumeci che con i fatti dimostra di non trascurare nessuno, al netto delle proprie possibilità” dice il deputato regionale di Forza Italia, Riccardo Savona, nonché Presidente della Commissione Bilancio all’Ars, il quale non nasconde il proprio apprezzamento per quanto è stato approvato in Giunta.  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

3 min

Partirà il 21 giugno il percorso formativo Gestire i rifiuti tra legge e tecnica, organizzato da Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi) e dal Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Palermo: ottanta laureati in materie scientifiche, economiche o giuridiche avranno la possibilità di frequentare gratuitamente il programma, articolato in ventiquattro moduli. Le candidature sono aperte: ci […]

3 min

Con un ricorso giurisdizionale promosso dinanzi al Tar Palermo, l’Associazione Siciliantica aveva impugnato, per asseriti vizi procedimentali e irregolarità nell’iter autorizzativo, il provvedimento con cui l’Assessorato dell’Energia e dei servizi di Pubblica Utilità, in esito ad un procedimento di riesame, aveva annullato la determina con la quale era stata disposta la decadenza dell’autorizzazione all’apertura e […]

4 min

Bando per la mobilità sostenibile al Sud rivolto alle organizzazioni di terzo settore di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia. Attraverso questa nuova iniziativa, la Fondazione CON IL SUD mette a disposizione 4,5 milioni di euro per incentivare la diffusione, nelle abitudini e nei comportamenti dei cittadini, di una nuova cultura della mobilità che […]