Press "Enter" to skip to content

Rifiuti, compostaggio: bando da 16 milioni per i Comuni siciliani

“Realizzare le azioni previste nei piani di prevenzione e promuovere la diffusione di pratiche di compostaggio domestico e di comunità”. È aperto un bando per la concessione di agevolazioni in favore dei Comuni, anche nelle forme associative regolarmente costituite (Ambiti di raccolta ottimali), per il sostegno alle attività di compostaggio di prossimità dei rifiuti organici.

Il bando è stato approvato con il decreto n. 271/2019 del Dipartimento Acqua e Rifiuti della Regione Siciliana. La copertura finanziaria prevista è di 16 milioni 104 mila euro, provenienti dall’Azione 6.1.1 del PO FESR Sicilia 2014/2020, per tutelare l’ambiente e promuovere l’uso efficiente delle risorse, ottimizzare la gestione dei rifiuti urbani e realizzare le azioni previste nei piani di prevenzione, promuovendo la diffusione di pratiche di compostaggio domestico e di comunità.

L’obiettivo è ridurre la quantità di rifiuti organici da fare gestire alle ditte di raccolta e trasporto dei Comuni e da avviare a trattamento o smaltimento finale negli impianti industriali, recuperando matrici organiche dei rifiuti urbani e trasformandole in compost di qualità.

Possono partecipare all’avviso tutti i Comuni siciliani in grado di garantire la disponibilità delle aree e l’idoneità dei requisiti per l’installazione e gestione degli impianti.

Sono ammissibili al contributo finanziario l’acquisto e l’installazione di compostiere elettromeccaniche o statiche per il trattamento della frazione organica di piccola scala, le strutture ausiliarie connesse all’installazione e gestione delle apparecchiature stesse e gli eventuali interventi di adeguamenti di strutture esistenti necessarie al loro funzionamento. Le installazioni devono ricadere sul territorio della Regione Siciliana, possedere una capacità massima di trattamento dell’apparecchiatura che non superi le 130 tonnellate annue per il compostaggio di comunità e le 80 tonnellate annue per il compostaggio locale.

La scadenza per la presentazione delle domande è di 60 giorni dalla pubblicazione dell’avviso sulla Gazzetta Ufficiale delle Regione Siciliana (n. 16 del 12 aprile 2019, supplemento ordinario).

Be First to Comment

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Breaking News: