Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Sicilia: arriva il caldo, come evitare le zanzare di giorno e di notte. In sei mosse



E’ finalmente arrivato il caldo, ci si inizia a scoprire, a pedalare in bicicletta e a godersi le passeggiate all’aperto. Ma l’apparente felicità viene di colpo disturbata da una presenza costante e fastidiosa delle nostre città, che fa sempre capolino non appena le temperature cominciano ad aumentare: la zanzara. Un insetto a cui non finiamo mai di abituarci, che con i suoi ronzii mina la nostra tranquillità, provocando delle “danze” fatte di movimenti a scatto, tra pruriti e notti insonni. Ecco perché Anticimex, azienda internazionale specializzata nel Pest Management e nei servizi di igiene ambientale, come ogni anno fornisce una guida pratica di consigli per conoscere a fondo questo piccolo nemico e sconfiggerlo.


I consigli di Anticimex per evitare le zanzare di giorno e di notte

1. Evitare l’accumulo di acqua in contenitori esterni (vasi da fiori, bottiglie e altri contenitori che possono contenere l’acqua) per impedire che diventino terreno fertile per le zanzare
2. Coprire i serbatoi di stoccaggio dell’acqua per uso domestico in modo che le zanzare non possano entrarci
3. Non lasciare accumulare i rifiuti e buttarli via in sacchetti di plastica chiusi conservati in bidoni della spazzatura coperti
4. Svuotare periodicamente scarichi che possono causare ristagni d’acqua
5. Verificare che le finestre apribili siano dotate di zanzariere;
6. Utilizzare repellenti efficaci sulle parti del corpo esposte
Come fare a neutralizzare gli effetti delle zanzare?

“Il consiglio principale è sicuramente quello della prevenzione – sottolinea Valeria Paradiso, Responsabile Tecnico di Anticimex Italia – Le zanzare sono insetti fastidiosi, che ci costringono spesso a rinunciare al piacere di stare sul terrazzo o nel giardino di casa, dimenticando che possono rappresentare un problema anche per la salute pubblica. Ci sono infatti le zanzare comuni, le Culex pipiens, la tigre attiva anche di giorno, ma anche alcune specie pericolose, vettori di malattie infettive come malaria, dengue ed altre forme virali, nocive per la salute di uomini e animali. Ecco perché è importante non sottovalutare la loro presenza. I prodotti repellenti da usare sul corpo e nei piccoli ambienti sono piccoli accorgimenti che possono aiutare a creare una barriera protettiva, ma non sono la soluzione. Per liberare seriamente le nostre città dall’invasione delle zanzare occorre pianificare interventi mirati e continuativi almeno da marzo a tutto ottobre, avvalendosi di esperti del settore e del coinvolgimento attivo dei cittadini, che giocano un ruolo fondamentale per le aree private.”
Le abitazioni con giardini o aree verdi in genere oggi possono essere protette grazie alla tecnologia, attraverso sistemi di disinfestazione automatica che permettono al privato di poter programmare giorni e orari di intervento, nebulizzando prodotti specifici o repellenti (rosmarino, aglio) nei momenti più idonei ed in assoluta autonomia. Il noleggio o l’acquisto di questi sistemi permette quindi di intervenire in maniera mirata, nei modi e nei tempi corretti per prevenire e contenere il fastidioso problema zanzare.

Per tutte le informazioni visitare il sito www.anticimex.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

In arrivo l’ultima tranche dei 6,5 milioni di euro destinati ai Comuni per dotarsi dei piani energetici. È una delle iniziative rese note nell’ambito della quarta edizione dei “Green Salina energy days”, che si concluderà oggi. L’assessore regionale all’Energia, Daniela Baglieri, e il direttore generale del dipartimento Energia, Antonio Martini, hanno incontrato i sindaci dei […]

1 min

“La Tari, in base al nuovo piano economico finanziario, aumenterà per gli anni 2021-2023. Si dovranno pagare 21 milioni di euro che saranno equamente distribuiti nei tre anni. Per le famiglie è previsto un aumento di 30 euro”. Lo ha detto Girolamo Caruso, presidente della Rap, l’azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti nel capoluogo […]

2 min

Completata la Rete regionale di monitoraggio della qualità dell’aria in Sicilia e il relativo Programma di valutazione che, attraverso 53 stazioni di rilevamento su tutto il territorio regionale, fornirà un’informazione completa sui livelli di inquinamento. Un intervento voluto dal governo Musumeci e realizzato attraverso Arpa Sicilia, che consente di superare definitivamente la procedura di infrazione europea e porre fine alla gestione […]

2 min

Si è svolta oggi – via webinar – la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione di “Vai col Vento!”, il progetto formativo promosso da Erg con la collaborazione di Ancitel Energia Ambiente, sui temi legati alla produzione di energia da fonti rinnovabili e sostenibilità che ha coinvolto 201 classi di 59 scuole secondarie di primo grado […]

3 min

Alla Sicilia mancano 35 impianti per i rifiuti. A renderlo noto è CONAI, che nel suo studio Per uno sviluppo della raccolta differenziata nel Centro-Sud stima – per la prima volta in Italia – il fabbisogno impiantistico delle Regioni del Mezzogiorno in vista degli obiettivi di riciclo chiesti dall’Unione Europea al 2030. L’investimento necessario in […]