Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Sicilia, Enti locali: in arrivo 145 milioni per investimenti



Comuni, Città Metropolitane e Liberi Consorzi potranno beneficiare di 145 milioni di euro, stanziati dal Dipartimento Autonomie Locali della Regione Siciliana. Le risorse, che provengono dal POC – Programma di Azione e Coesione (Programma Operativo Complementare) 2014-2020, potranno essere utilizzate per investimenti in numerosi settori.

Nello specifico, 115 milioni di euro sono stati stanziati, in parte, per il finanziamento di progetti di investimento ricadenti in ambito turistico, sportivo e per la riqualificazione dei centri storici, e in parte – per una quota di 25 milioni di euro – suddivisi fra i Comuni non presenti nelle graduatorie di cui all’avviso del PO FESR 2007/2013 per lo sviluppo urbano sostenibile, secondo il medesimo criterio di riparto utilizzato per l’erogazione degli investimenti.

Con l‘avviso pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale, i Comuni potranno quindi presentare, entro trenta giorni, proposte progettuali di investimento, in coerenza con le risorse assegnate ad ognuno e con gli obiettivi tematici indicati: migliorare l’accesso, l’utilizzo e la qualità delle TIC; sostenere la transizione verso un’economia a basso tenore di carbonio in tutti i settori; promuovere l’adattamento ai cambiamenti climatici e la prevenzione e la gestione dei rischi; preservare e tutelare l’ambiente e promuovere l’efficienza delle risorse; promuovere l’inclusione sociale e combattere la povertà e ogni discriminazione; rafforzare la capacità istituzionale delle autorità pubbliche e delle parti interessate e promuovere un’amministrazione pubblica efficiente.

Ulteriori 30 milioni di euro sono stati poi ripartiti fra Liberi Consorzi e Città Metropolitane, in conformità agli obiettivi strategici indicati nell’avviso. Anche in questo caso, gli Enti sono chiamati, ciascuno in considerazione delle risorse assegnate, a presentare le proposte progettuali al Dipartimento delle Autonomie Locali entro trenta giorni.

«Questo finanziamento rappresenta un importante incentivo e un’opportunità per l’economia della nostra Isola. Inoltre, per la prima volta, assistiamo ad un cambio di paradigma, in cui sono i Comuni ad individuare le proprie priorità di investimento, scegliendo fra i diversi obiettivi tematici quelli che meglio si adattano ai reali fabbisogni del loro territorio. Si avvia così un nuovo e più fluido modello di dialogo, che avvicina l’Ente locale ai competenti Dipartimenti regionali», lo dichiara Bernardette Grasso, assessore alle Autonomie locali e alla Funzione pubblica.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]