Press "Enter" to skip to content

Sicilia, imprese artigiane: governo Conte sblocca 35 milioni

“Oltre 35 milioni di euro l’anno potranno tornare nelle casse delle imprese artigiane siciliane per investimenti e contributi. Daremo una risposta ad una vicenda che dal 2012 ha sottratto alle imprese dell’isola oltre 200 milioni di euro trattenuti a livello nazionale per una vacatio normativa. Il governo Conte,  in linea con quanto da noi richiesto ai vari livelli istituzionali, ha assunto l’impegno di sbloccare queste risorse entro tre mesi”.

A dichiararlo sono i deputati regionali del Movimento 5 Stelle Luigi Sunseri e Angela Foti e il deputato nazionale Adriano Varrica, a proposito dell’impegno del Governo di completare l’iter per il trasferimento delle competenze alla Regione e consentire la  ripartizione di circa 35 milioni di euro all’anno alle imprese artigiane e ai piccoli imprenditori siciliani.

“In questi anni – spiegano i deputati M5S – abbiamo incalzato governo regionale e nazionale a trovare una soluzione su questa annosa vicenda che riguarda le imprese artigiane della Sicilia. Abbiamo trovato positive sponde nel governo Conte e adesso ci accerteremo che l’impegno venga mantenuto. Si tratta di una risposta concreta e dovuta – concludono i deputati – che darà ristoro alle aziende e all’economia dell’Isola”.

Il mancato adeguamento, secondo alcuni calcoli fatti dai Cinque Stelle all’Ars, è già “costato” alla Sicilia (in particolare alle imprese siciliane) 230 milioni di euro. “Intanto sono stati persi altri 38 milioni di euro e siamo già a 268 milioni, perché la Regione Siciliana non ha completato correttamente la procedura per il trasferimento di funzioni dallo Stato in materia di industria, artigianato e di agevolazioni alle relative imprese.

Be First to Comment

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.