Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.



Turismo fieristico in Sicilia, nel 2023 all’Expo Mediterraneo di Catania 40 mila presenze

“Dati positivi – afferma il presidente di Expo Mediterraneo Rosario Alfino – ma in Sicilia, con le nostre condizioni climatiche, potremmo fare molto di più. Il nostro è un settore strategico per destagionalizzare il turismo”

Expò Mediterrano chiude il 2023 con dati più che positivi. “I numeri che siamo riusciti a raggiungere nel corso dell’anno appena trascorso testimoniano l’importanza e il potenziale degli eventi fieristici B2B organizzati da Expò Mediterraneo, in collaborazione con il sistema Confcommercio. Gli eventi organizzati nel 2023 hanno visto la partecipazione di 1.200 espositori provenienti da tutto il territorio nazionale e internazionale ed hanno attratto più di 40.000 visitatori, coprendo ad ogni evento una superficie espositiva media di 10.000 metri quadrati e diversificando l’offerta con più di 50 macrosettori, di cui il 10% volutamente dedicato all’innovazione”. Questi i numeri snocciolati dal presidente di Expò Mediterraneo Rosario Alfino.

“La partecipazione attiva delle istituzioni e degli operatori del settore, unita alla vasta gamma di convegni e iniziative offerte durante i nostri eventi, conferisce al settore fieristico un ruolo strategico nella destagionalizzazione turistica della Sicilia – prosegue Alfino. – Sfruttando le favorevoli condizioni climatiche dell’isola, queste manifestazioni si pongono come opportunità unica per ampliare l’offerta turistica e promuovere lo sviluppo economico regionale. Vale la pena ricordare che il turismo fieristico genera un valore di produzione annuale di circa 10 miliardi di euro in Italia, con un impatto occupazionale significativo. Le parti del leone le fanno le regioni del nord, Lombardia in primo luogo, ma siamo fermamente convinti che in Sicilia basterebbe qualche piccolo accorgimento per recuperare posizioni e contribuire ad arricchire significativamente il mercato turistico regionale.”

“Va considerato infatti – continua Alfino – che, come dimostrano i dati, il visitatore di fiere e convegni è un cliente business, con budget di spesa giornaliero significativamente più elevati rispetto al turista medio vacanziero. Tuttavia, è necessario migliorare l’infrastruttura per accogliere adeguatamente espositori e visitatori, evitando situazioni in cui sono costretti a alloggiare a notevole distanza dalle fiere. Altro aspetto di fondamentale importanza è dato dal fatto che le fiere B2B sono strumenti cruciali per promuovere le aziende, il Made in Italy e soprattutto il Made in Sicily, con un grande potenziale di sviluppo. Apprezziamo lo sforzo della Regione Siciliana che, anche a seguito del successo ottenuto all’ultima BIT di Milano, sta puntando forte sulla destagionalizzazione del turismo ed invitiamo il presidente della Regione Renato Schifani, l’assessore al Turismo Elvira Amata e l’assessore alle Attività Produttive Edy Tamajo a voler considerare con grande attenzione le opportunità offerte in questo senso dal settore fieristico”


Questo contenuto è un comunicato stampa. Non è passato dal vaglio della redazione. Il responsabile della pubblicazione è esclusivamente il suo autore.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

La Ugri- Servizi per l’Ambiente è un’ azienda palermitana che opera, prevalentemente, con i suoi servizi in tutta la Sicilia, ma che sviluppa attività anche oltre lo Stretto. Lavora sia con il pubblico che con il privato. Ascoltare i bisogni della comunità è la mission con la quale la Ugri affronta il lavoro rivolgendosi alle […]

1 min

Un milione e 100 mila euro per adeguare gli impianti elettrici di tre dighe in Sicilia, tutte nell’Ennese. Lo prevede un bando del dipartimento dell’Acqua e dei rifiuti pubblicato sul sito istituzionale della Regione Siciliana. In particolare, nella diga Olivo, in contrada Gritti a Piazza Armerina, verranno eseguiti lavori su distribuzione esterna, cabina elettrica, due gruppi […]

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]