Sicilia Economia - News di economia, turismo e agricoltura in Sicilia.

Turismo, quale futuro per la Tonnara di Scopello?



La stagione estiva è alle porte e la Tonnara di Scopello è ormai chiusa al pubblico da gennaio. Nessun siciliano, nessun turista può godere della bellezza dei famosi faraglioni scelti come sfondo di tanti film. Tra burocrazia, carte bollate, rinvii e sospensioni la conclusione della gara per la gestione di questo pezzo di paradiso in provincia di Trapani appare lontana.

A sottolineare l’ennesima stranezza dell’iter travagliato della gara è la Giuseppe Blunda sas, società impegnata da anni per lo sviluppo turistico della Sicilia e che ha partecipato al bando, molto poco pubblicizzato, per l’assegnazione della gestione della Tonnara di Scopello.

Notevole l’impegno economico previsto dal bando di gara: “il canone annuo di locazione viene indicato in euro 324.000,00” con l’obbligo per il conduttore di stipulare “una polizza fideiussoria per l’ammontare di euro 300.000,00”. Inoltre, per l’assegnazione del sito, il Giudice del Tribunale di Trapani avrebbe dovuto prendere in considerazione l’offerta “maggiormente conveniente, tenuto conto del prezzo offerto e delle capacità/qualità del soggetto imprenditore offerente”.

Tre i partecipanti ammessi alla gara: la Giuseppe Blunda sas, la Tonnara di Scopello srls e la costituenda società Del Duca-Trupia-Bonventre-Barone, l’unica secondo il giudice a possedere i requisiti richiesti.

“Siamo stati esclusi dalla gara senza alcun motivo valido e abbiamo già presentato ricorso – sono le parole di Giuseppe Blunda, titolare della Giuseppe Blunda sas –. A pagare lo scotto di queste gare ‘poco chiare’ alla fine sono sempre i cittadini e l’economia siciliana. La nostra offerta economica è di gran lunga superiore a quanto richiesto nel bando, siamo un’azienda solida e ben radicata sul territorio, la nostra esperienza nel settore turistico è ampiamente provata: chiediamo solo di poter partecipare alla gara e di ridare lustro e vitalità alla meravigliosa Tonnara di Scopello che da troppo tempo è stata indebitamente sottratta a cittadini e turisti”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ambiente

2 min

C’è ancora tanto da fare in Sicilia in tema di gestione e depurazione delle acque refluee urbane con una gestione contrassegnata dal caos frutto “di una infelice combinazione di incapacità politica e disorganizzazione tecnica”. E’ quello che scrive la commissione nazionale ecomafie nel rapporto finale sulla situazione in Sicilia. La commissione, guidata dal presidente Stefano […]

1 min

Il governo Musumeci, su proposta dell’assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, nell’ultima seduta di giunta ha approvato il Paf (Prioritized Action Framework), il Piano delle azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 siciliana. Questo importante traguardo permetterà alla Regione Siciliana di garantire ogni investimento utile alla tutela e alla valorizzazione del capitale naturale regionale. L’approvazione […]

2 min

Si è insediato ieri il tavolo tecnico presieduto dall’assessore regionale per il Territorio e l’ambiente, Toto Cordaro, per definire la strategia regionale per lo sviluppo sostenibile “La Sicilia Sostenibile”, in linea con gli obiettivi di Agenda 2030. Al tavolo hanno partecipato i rappresentanti dei dipartimenti in capo agli assessorati della Regione Siciliana ed esperti esterni […]

4 min

L’aria siciliana migliora in termini di qualità e il mare è complessivamente in buona salute. È quanto emerge dai dati contenuti nell’Annuario dei dati ambientali 2021, elaborato dall’Arpa, Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. «L’annuario – spiega l’assessore regionale all’Ambiente, Toto Cordaro – raccoglie e rielabora in 175 pagine i dati ambientali siciliani di norma riferiti […]