giovedì, Ottobre 22
Shadow

Reportage

Reportage dalla Sicilia

Palermo: Via Roma, un cimitero di vetrine a cielo aperto

Palermo: Via Roma, un cimitero di vetrine a cielo aperto

Economia Sicilia, Reportage
A Palermo il commercio di Via Roma e delle strade limitrofe muore, giorno dopo giorno. Un declino inesorabile che ha raggiunto cifre allarmanti: secondo un recente censimento, sono 138 le vetrine “spente” su entrambi i lati della strada che si sommano alle 41 degli istituti bancari che hanno chiuso. Se anche la Rinascente dovesse chiudere, come appare probabile, avremo un altro insostenibile colpo all’economia della zona, danneggiata peraltro dai cantieri ancora aperti in prossimità di via Emerico Amari che da troppo tempo condizionano negativamente l’accesso a questa area commerciale. “Via Roma è un cimitero commerciale a cielo aperto - dice Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo -. Un’espressione forte, lo so, ma è quella che meglio rappresenta una strada che per tanti ...
Damiano, storia dei noccioleti dei Nebrodi tra asinelli e controlli laser

Damiano, storia dei noccioleti dei Nebrodi tra asinelli e controlli laser

Reportage
Damiano, storica azienda siciliana fondata nel 1964 da Pasquale Damiano e oggi gestita dal figlio Riccardo, produce e trasforma frutta secca da agricoltura biologica fin da quando il termine BIO ancora di fatto non esisteva. Già negli anni ’70, infatti, aveva capito il valore di alcuni prodotti del territorio e studiato una serie di processi per la coltivazione e la raccolta che potessero salvaguardarne le qualità, limitando l’uso di pesticidi e fertilizzanti chimici. Primi tra tutti i noccioleti, arbusti presenti nel territorio della Sicilia orientale sin dai tempi degli antichi Romani e ancora oggi eccellenza di prim’ordine, assieme alla mandorla, nella produzione agricola dell’isola. La varietà di nocciole prodotta e coltivata da Damiano nel Parco dei Nebrodi, la Façon Romaine, cr...
Quel Parco dell’anima che esalta la bellezza di Noto

Quel Parco dell’anima che esalta la bellezza di Noto

Reportage
Una sconfinata campagna mediterranea, tra antichi agrumeti, alberi di ulivo, mandorli secolari e carrubi, in uno degli angoli più suggestivi dell’intera Sicilia. E’ il Parco dell’anima, il cui progetto verrà presentato mercoledì 5 agosto,attraverso una performance di arte moda e cibo, nei terreni storicamente a vocazione agricola dello Zahir Countryhouseuniti a quelli dell’Antica Masseria Corte del Sole, oggi trasformati in un’oasi agro culturale dal sogno di Alessia Montani, avvocato, appassionata d’arte e fondatrice di M’AMA.SEEDS. Start up innovativa per la valorizzazione delle antiche colture e culture del Mediterraneo, M’AMA.SEEDS riunisce, con il progetto di fondare un consorzio, tutti i protagonisti della filiera che a vario titolo custodiscono e valorizzano un immenso patrimonio...
Coronavirus, il barbiere di Mattarella: “Riaprire presto”

Coronavirus, il barbiere di Mattarella: “Riaprire presto”

Reportage
"E' dura stare chiusi per quasi tre mesi. Le bollette arrivano e vanno pagate subito, ma senza entrate diventa sempre più difficile. Spero davvero che il Governo ci ripensi e faccia riaprire i barbieri prima del primo giugno. Non conviene più lavorare. Se continua così, potrei anche chiudere la mia bottega". E ancora: "Anche il Capo dello Stato avrebbe bisogno di tagliare i capelli... Conte pare li tagli da solo, il Presidente Mattarella aspetta di tornare a Palermo". A parlare con l'Adnkronos è Franco Alfonso, il barbiere storico del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha il salone a Palermo. E anche il suo negozio è chiuso, come quello di migliaia di altri parrucchieri e barbieri, dopo il lockdown. "In queste settimane mi sono attrezzato di tutto l'occorrente -...
Coronavirus, ecco chi comanda in Italia durante lo stato di ermergenza

Coronavirus, ecco chi comanda in Italia durante lo stato di ermergenza

economia italiana, Reportage
Chi comanda e decide in questa fase di emergenza da Coronavirus in Italia? Sono oltre 200 i ruoli di potere censiti da OpenPolis e meno della metà di questi sono il risultato di nomine avvenute nel 2020, quindi strettamente collegate all'emergenza. Molti dei nomi che hanno avuto un ruolo in questa fase risalgono a nomine fatte negli anni scorsi, da governi precedenti. È il caso per esempio dei membri del comitato scientifico dell’Istituto superiore della sanità nominato con decreto del ministero della salute a gennaio 2016, in pieno governo Renzi. O come il comitato operativo della protezione civile istituito a febbraio del 2017 dal governo Gentiloni. E ancora più recentemente, le nomine del consiglio superiore della sanità del ministero della salute fatte dall'ex ministro Grillo del gover...
Sport: ecco come la criminalità trucca le regole del gioco

Sport: ecco come la criminalità trucca le regole del gioco

Primo piano, Reportage
Molteplici sono le forme di criminalità che si manifestano nel settore dello sport, come documentano le numerose inchieste giudiziarie che si sono susseguite negli anni: riciclaggio di denaro sporco, infiltrazioni della criminalità nelle tifoserie organizzate, corruzione per appalti di opere connesse ai grandi eventi sportivi, match fixing, scommesse clandestine, doping, sfruttamento degli animali. Per la sua rilevanza sociale e per le sue dimensioni numeriche, lo sport si dimostra una corruption risk area, spesso pervasa da malgoverno e scandali. In particolare, il legame tra sport e illegalità diventa allarmante quando alla pratica sportiva e ai suoi elementi valoriali ed etici, si sostituisce solo il business, per cui i risultati, le vittorie e le sconfitte diventano solo profitto. ...
Sui Nebrodi dai grani antichi al pane. Il ruolo delle scuole (foto e video)

Sui Nebrodi dai grani antichi al pane. Il ruolo delle scuole (foto e video)

Primo piano, Reportage
Ricostruire la filiera del grano lavorando su due fronti: quello della ricostruzione dei valori grazie alla collaborazione con la scuola e quello della produzione di grani antichi finalizzata alla creazione di una filiera del pane.  Sono i punti di una strategia avviata a Galati Mamertino, in provincia di Messina, sui Nebrodi e che si è concretizzata la scorsa settimana con due eventi. Un progetto già presentato nel corso della quinta edizione del Festival del giornalismo enogastronomico che si è tenuto a Galati Mamertino a settembre dello scorso anno e che ora si è concretizzato, di fatto, con la prima trebbiatura del grano coltivato a portella Gazzana,  in un terreno che sta a cavallo tra Galati Mamertino e Longi, proprio nel cuore del Parco dei Nebrodi. Progetto portato avanti da alcuni...
Sicilia, così il vino spinge la crescita dei territori

Sicilia, così il vino spinge la crescita dei territori

Economia Sicilia, Primo piano, Reportage
L’ultimo grande nome, in ordine di tempo, ad avere investito in Sicilia è Oskar Farinetti, il patron di Eataly. Sull’Etna ovviamente,  nel luogo che Stevie Kim, brand manager di Vinitaly International, fondatrice della Vinitaly Accademy, definisce semplicemente «sexy» almeno per quanto riguarda la qualità dei suoi vini.  E certo non è un caso che  oltre a Farinetti (in società con l’imprenditore catanese Francesco Tornatore) negli ultimi anni abbiano  deciso di investire da queste parti big del settore come Angelo Gaja che ha comprato 21 ettari in società con il vignaiolo catanese Alberto Graci e prima ancora lo aveva fatto il  toscano Andrea Franchetti, proprietario della Tenuta Trinoro. «Ma sappiamo - dice Fabrizio Carrera, direttore del magazine “Cronache di gusto” e attento osse...