Shadow

Autore: Mirko Sapienza

Discount, la siciliana Ard sbarca in Basilicata

Discount, la siciliana Ard sbarca in Basilicata

Economia Sicilia
La qualità e la convenienza Ard alla conquista della Basilicata. A Sant’Arcangelo, in provincia di Potenza, si è inaugurato oggi, 25 marzo, il primo supermercato Ard Discount della regione. Dopo la Sicilia e la Calabria, la catena di discount gestiti dalla Consortile Ergon sceglie la terra lucana come nuova meta. La qualità, la varietà e la convenienza dei prodotti Ard potranno finalmente essere apprezzati anche dagli abitanti del Comune di Sant’Arcangelo con il nuovo punto vendita in via Mulino Lotti n°11.  Continua quindi la grande espansione dell’azienda siciliana che già lo scorso anno aveva visto l’apertura di ben 45 nuovi punti vendita a cui si aggiungono le nuove aperture di questo mese (a giorni anche i nuovi punti vendita di Vizzini e Balestrate) per un totale di oltre 150...
Nautica: Autogas Italia supera le 3000 conversioni bi-fuel Gpl

Nautica: Autogas Italia supera le 3000 conversioni bi-fuel Gpl

economia italiana
La società italiana Autogas Italia, specializzata nella produzione di innovativi sistemi per l’alimentazione a gas in motori endotermici, ha superato la soglia delle 3000 conversioni bi-fuel GPL sulle imbarcazioni.Autogas Italia, in collegamento con Ecomotive Solutions - gruppo Holdim - da diversi anni è impegnata nello sviluppo di sistemi che applicati a motori fuoribordo permettono il loro funzionamento bi-fuel benzina GPL e in alcune applicazioni anche a solo GPL.Le emissioni dei motori nautici, infatti, tendono ad essere concentrate in aree specifiche quali porti (sia costieri che ricreativi), laghi e fiumi, causando elevati livelli localizzati di inquinanti quali CO, HC e NOx.Grazie a programmi specifici  per la loro riduzione, in particolare contenendo le emissioni allo scarico dei ...
Nebrodi, nasce il franchising Casaleni Natural Bio: la sfida di Salamone al tempo del Covid

Nebrodi, nasce il franchising Casaleni Natural Bio: la sfida di Salamone al tempo del Covid

De Gusto
Si chiama “ Casaleni Natural Bio” ed è  il primo  “green food franchising by Nebrodi” creato da Placido Salamone. Ha aperto i battenti lunedì 7 dicembre a Santo Stefano di Camastra, in provincia di Messina e, in tempi di Covid-19, rappresenta una sfida imprenditoriale. “Casaleni Natural Bio”,è  il primo franchising dedicato alla produzione agricola bio certificata creato nella Valle dell'Halaesa, in questo angolo di Sicilia, ai più sconosciuto ma ricco di storia, Un isola nell’ Isola, ai confini del Parco dei Nebrodi, tra la provincia di Palermo e quella della città dello Stretto. “ Imprenditori non si nasce ma si  diventa  con una buona dose di umiltà, coraggio, studio, ricerca, passione, rischi e opportunità che nascono dalla crisi- spiega Placido Salamone, 38 ...
Sicilia: contratti swap, match Regione-banche. Oggi a Palermo decide il giudice

Sicilia: contratti swap, match Regione-banche. Oggi a Palermo decide il giudice

Economia Sicilia
Sarà un pronunciamento 'spartiacque' quello previsto domani da parte del Tribunale di Palermo, che deciderà sul contenzioso aperto dalla Regione siciliana con cinque gruppi bancari (Nomura, Merril Lynch, Bnl, Deutsche Bank e Unicredit) su altrettanti contratti derivati stipulati, all'inizio degli anni Duemila, a copertura di mutui, per un valore nozionale iniziale di circa 1 miliardo di euro, con perdite stimate di oltre 300 milioni. Ma in ballo in realtà c'è "un intero sistema", quello costruito sui rapporti tra enti pubblici e banche, operazioni concordate all'inizio del secondo millennio e che hanno comportato notevoli perdite per le casse pubbliche, perché in alcuni casi costruiti con artifizi finanziari che hanno comportato costi occulti da milioni di euro ed esposto gli enti pubblici...
Covid,  commercialisti: “Servono misure urgenti per imprese in zona arancione”

Covid, commercialisti: “Servono misure urgenti per imprese in zona arancione”

Professioni
Tantissimi negozi sono di nuovo chiusi ma per nessuno sono previsti rinvii delle scadenze fiscali, sospensione dei tributi né sostegno ai consulenti alle prese con le difficoltà create dall’emergenza coronavirus. Tra dpcm e aree a diverse fasce di colore, legislatore e apparati governativi tornano a dimostrare poca attenzione per il tessuto produttivo del paese. Lo affermano i commercialisti siciliani, che, unendosi alle richieste dei colleghi lombardi e di tutta Italia, chiedono misure urgenti di intervento a favore di esercenti e contribuenti tartassati dalla zona arancione, così come nella zona rossa. Chi ha chiuso non può pagare le tasse come e quando le attività che invece sono rimaste aperte. “Serve anzitutto una sospensione dei tributi per le imprese costrette a chiudere,...
Famila al posto di Carrefour per i supermercati del Gruppo Romano

Famila al posto di Carrefour per i supermercati del Gruppo Romano

Economia Sicilia
Un futuro con il marchio Famila per i supermercati che fanno capo alla società Centro distribuzione supermercati in sintesi Gruppo Cds di Caltanissetta. Il gruppo nisseno, che fa capo alla famiglia Romano, dal primo gennaio dell’anno prossimo abbandonerà Carrefour per passare a Selex Gruppo commerciale. Lo racconta il quotidiano Il Sole 24 Ore di oggi: in dote il gruppo Cds (che ha in totale 1.200 addetti) porta in Selex oltre 150 punti vendita di cui 52 di proprietà e un centinaio in franchising con le insegne Centesimo, Max, Zero1, due centri di distribuzione mentre il giro d’affari previsto per la fine di quest’anno è di 330 milioni con un incremento del 7% rispetto all’anno scorso. Alle insegne dei negozi Cds verrà aggiunto il marchio Famila di Selex che è presente in tutta Italia e c...
Flop day della Regione siciliana: che sia l’ultima volta

Flop day della Regione siciliana: che sia l’ultima volta

Opinioni
Doveva essere il click day si è trasformato in un flop day. Protagonista assoluta oggi la Regione siciliana, in gran parte veramente annunciato, riporta d’attualità il tema dell’efficacia di questo strumento che non piace a nessuno: non piace alle imprese, non piace ai consulenti, non piace ai cittadini. Uno strumento che già in passato ha mostrato tutti i suoi limiti: la gara di velocità premia il più abile con una rete internet magari più stabile e punisce i progetti di qualità. Ma non è questo il punto oggi. In questo caso, trattandosi di misure a sostegno delle imprese, forse era persino inutile fare ricorso a una piattaforma che si è dimostrata debole pur essendo gestita, come si legge in un comunicato della Regione siciliana, da Tim. Cosa è successo? Vedremo, semmai riusciranno a...
Imprese artigiane, è boom di tatuatori e addetti al piercing

Imprese artigiane, è boom di tatuatori e addetti al piercing

economia italiana
Aumentano le imprese di pulizia ma soprattutto di tatuatori e addetti al piercing. Crescono i giardinieri e i parrucchieri ed estetiste. Si riducono invece le imprese di costruzioni e quelle che si occupano di ristrutturazione, i “padroncini” addetti ai trasporti su strada, gli elettricisti, i falegnami e i meccanici.   Come mostra la fotografia scattata da Unioncamere e InfoCamere sull’evoluzione dei mestieri artigiani negli ultimi 5 anni, il settore, che conta poco meno di 1,3 milioni di imprese, ne ha perse quasi 80mila tra il 2015 e il 2020. Ma alcuni “mestieri”- più vicini a uno stile di vita a cui piace la cura di sé, degli spazi in cui si vive e del verde comune - crescono, raggiungendo anche numeri consistenti.   E’ il caso delle imprese degli Altri servizi al...
Via libera al nuovo Cda dell’Irvo, l’istituto regionale del Vino e dell’Olio

Via libera al nuovo Cda dell’Irvo, l’istituto regionale del Vino e dell’Olio

Economia Sicilia
Si insedierà ufficialmente nei prossimi giorni il nuovo Consiglio di amministrazione dell'Irvo, l'Istituto regionale del vino e dell'olio della Regione siciliana. A maggio presidente era stato scelto Sebastiano Di Bella. e ora la delibera di giunta del 23 luglio ha ricomposto anche il Consiglio di amministrazione che sarà composto da Giuseppe Aleo, in rappresentanza delle organizzazioni professionali dell’agricoltura, il cui nominativo è stato comunicato da Copagri Confederazione Produttori Agricoli Sicilia.  Assieme a lui ci sarà anche Leonardo Taschetta, presidente della Cantina Colomba Bianca, una delle più grandi cooperative vitivinicole siciliane, in rappresentanza delle organizzazioni professionali del movimento cooperativo, il cui nominativo è stato comunicato da Associazione Genera...
Da stasera Restart: ristoratori in campo per far rinascere Palermo

Da stasera Restart: ristoratori in campo per far rinascere Palermo

Economia Sicilia
Un ticket in omaggio ai migliori clienti per visitare i pregiati monumenti palermitani e trascorrere un'estate in bellezza. Si può riassumere così l'iniziativa di Fipe Confcommercio che sostiene la manifestazione Restart che prende il via stasera. I cittadini che visiteranno i monumenti avranno la possibilità di avere sconti in un circuito selezionato di ristoranti della città. Un'alleanza sul campo tra operatori culturali e della ristorazione per far ripartire la città dal bene più prezioso: i monumenti, la bellezza e il buon cibo. Fipe Confcommercio Palermo, la Federazione dei pubblici esercizi, ha così aderito con entusiasmo al progetto "Restart - le notti della bellezza", voluto dagli Amici dei Musei Siciliani, che da oggi, e per tutti i week end di luglio e agosto, aprirà alla citt...
Economia siciliana, Armao: “400 milioni per pagare crediti delle imprese” (Video)

Economia siciliana, Armao: “400 milioni per pagare crediti delle imprese” (Video)

Economia Sicilia
Trovare risorse per rilanciare l'economia siciliana e soprattutto fondi per dare liquidità alle imprese. E' l'obiettivo della Regione siciliana. “Domani presenteremo il Def della Regione. Il credito alle imprese, dopo la crisi pandemica, assume un ruolo ancora più rilevante per l'economia siciliana. Le misure che abbiamo adottato sia con Irfis-FinSicilia che con la legge di Stabilità regionale, riequilibrano quelle adottate a livello statale che, purtroppo, non tengono conto delle specifiche difficoltà del Sud e della Sicilia e funzionano poco: dei pochi soggetti che avevano i requisiti per presentare domanda, nel 50% dei casi non l’hanno avuto asseverata" lo ha detto il vicepresidente della Regione e assessore all’Economia, Gaetano Armao parlando del rilancio dell'economia siciliana. ...
Coronavirus, per il food nel 2020 previsto un calo del 5 per cento

Coronavirus, per il food nel 2020 previsto un calo del 5 per cento

economia italiana, De Gusto
Nel 2020, anche il food risentirà dell’impatto del Coronavirus, con un calo nella crescita del 5% circa: un dato però contenuto in relazione alle previsioni del PIL (-9,5%). Il 2021 sarà l’anno della ripresa, con un tasso del 7,7% per il comparto. La marginalità commerciale sarà influenzata relativamente, il ROS scenderà dal 6,2 al 5,9% nel 2020, per risalire al 6% nel 2021. Anche il tasso di indebitamento salirà dal 2,2 del 2019 al 2,7 nel 2020, per poi riabbassarsi a 2,4 nel 2021. Nonostante la situazione economica, le esportazioni del settore food cresceranno mediamente dell’11% nel biennio 2020-2021. Meglio degli altri comparti, faranno nell’export distillati, farine, food equipment, dolci, acqua, caffè e latte. I comparti del vino, del packaging, della birra e dei salumi esporteran...
Cantina Palmeri, Ueli Breitschmid: “Vi racconto il mio vino trionfo della natura”

Cantina Palmeri, Ueli Breitschmid: “Vi racconto il mio vino trionfo della natura”

Economia Sicilia
  Amore per una terra baciata dal sole come quella di Avola, in Sicilia. Rispetto per la natura, rispetto per l’essere umano. La Cantina Palmeri, nel cuore del territorio del Nero d’Avola, non è solo un luogo dove si produce vino, dove si coltivano piante, ortaggi, frutti. È anche una filosofia di vita, uno stile che Ueli Breitschmid, titolare dell’azienda, ha voluto trasmettere ai propri dipendenti e a tutta la cantina. Dottor Breitschmid, qual è lo spirito che muove il lavoro alla Cantina Palmeri? “Amiamo e ci prendiamo cura del lombrico e del millepiedi tanto quanto delle lumache e di tutti i milioni di microbi e acari che vivono nei nostri terreni. Essi, insieme all'eccezionale microclima di Avola, creano la fertilità dei nostri vigneti”. E come si esprime questo amore...
Turismo in crisi, ma c’è voglia di viaggiare: anche la Sicilia al top

Turismo in crisi, ma c’è voglia di viaggiare: anche la Sicilia al top

Turismo
C'è voglia di viaggiare: Umbria, Sicilia, Sardegna e Puglia al top. Dalla metà di maggio circa dalla rete arrivano segnali di ottimismo e, più in particolare, dall’indagine di Marketing01, tra i migliori 30 Google Premier Partner del mondo, che ha analizzato gli interessi online degli utenti a livello mondiale. “Durante i mesi del lockdown le ricerche dell’utente medio sono cresciute mensilmente del 130% circa, ma erano quasi tutte rivolte a piattaforme di streaming o e-commerce. – Spiega Paolo Bomparola, Fondatore di Marketing01 – Dalla seconda metà di maggio, invece, dalla rete traspare un desiderio di tornare a viaggiare e, malgrado tutto, di non rinunciare alle vacanze. Il 65% delle ricerche online sono relative a destinazioni turistiche, luoghi da visitare e strutture ricettive. C’...
Covid-19, Armao attacca: “Sulla crisi governo nazionale sbaglia diagnosi e cura”

Covid-19, Armao attacca: “Sulla crisi governo nazionale sbaglia diagnosi e cura”

Economia Sicilia
In questa fase di crisi causata dalla pandemia di Covid-19 il governo nazionale sta facendo scelte sbagliate soprattutto nei confronti del Sud e della Sicilia in particolare. Il Defr del governo nazionale è lacunoso nella parte che riguarda il Mezzogiorno e non tiene conto di alcune questioni come la riduzione della compartecipazione alla spesa pubblica da parte delle Regioni e in particolare della Sicilia. Sono solo due delle tante questioni sollevate dall’assessore all’Economia della Regione siciliana Gaetano Armao nella relazione in commissione Bilancio di Camera e Senato. Non solo: le misure messe in campo dal governo nazionale sono assolutamente insufficienti. “Assai limitate considerazioni sono state rivolte alle politiche di coesione e di riequilibrio territoriale  e tale carenza ap...
Coronavirus, ecco chi comanda in Italia durante lo stato di ermergenza

Coronavirus, ecco chi comanda in Italia durante lo stato di ermergenza

Reportage, economia italiana
Chi comanda e decide in questa fase di emergenza da Coronavirus in Italia? Sono oltre 200 i ruoli di potere censiti da OpenPolis e meno della metà di questi sono il risultato di nomine avvenute nel 2020, quindi strettamente collegate all'emergenza. Molti dei nomi che hanno avuto un ruolo in questa fase risalgono a nomine fatte negli anni scorsi, da governi precedenti. È il caso per esempio dei membri del comitato scientifico dell’Istituto superiore della sanità nominato con decreto del ministero della salute a gennaio 2016, in pieno governo Renzi. O come il comitato operativo della protezione civile istituito a febbraio del 2017 dal governo Gentiloni. E ancora più recentemente, le nomine del consiglio superiore della sanità del ministero della salute fatte dall'ex ministro Grillo del gover...
Covid-19, UniCredit supporta i fornitori accelerando i pagamenti

Covid-19, UniCredit supporta i fornitori accelerando i pagamenti

Economia Sicilia
UniCredit anticipa i termini di pagamento dei propri fornitori in Italia eseguendo pagamenti "a vista" delle fatture. Questo consentirà di accelerare notevolmente i pagamenti rispetto ai termini contrattuali standard di 60 giorni e supporterà ulteriormente le aziende nella gestione del capitale circolante. Ranieri De Marchis e Carlo Vivaldi, Co-COO di UniCredit, hanno dichiarato:  "Questa decisione avrà un impatto concreto sulle migliaia di fornitori del nostro Gruppo. Anticipando i pagamenti, stiamo aggiungendo liquidità all'economia reale in un momento in cui può fare davvero la differenza. Come sempre, agiamo come partner dei nostri fornitori e li incoraggiamo a fare altrettanto per le loro catene di fornitura". UniCredit eseguirà immediatamente i bonifici bancari ai propri fornit...
Ex Fiat Termini Imerese, un piano per farne hub biomedicale

Ex Fiat Termini Imerese, un piano per farne hub biomedicale

Economia Sicilia
Lo stabilimento ex Fiat di Termini Imerese potrebbe diventare l’hub tecnologico per la produzione di dispositivi e macchinari di alta tecnologia per l’intero sistema sanitario della Sicilia e non solo. A lavorare al progetto di riconversione è il Distretto Meccatronica che, come scrive il Sole24Ore, ha già avuto contatti con i commissari, con i sindacati dei metalmeccanici e con la Regione siciliana, attraverso l’assessore regionale Mimmo Turano. "Guardiamo con attenzione al lavoro del distretto Meccatronica - dice l’assessore - che è in condizione di avviare un lavoro sinergico tra imprese e può mettere a regime un progetto di riconversione". Del progetto è stato informato Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia e commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus...
Despar, consegna a domicilio a Messina e Ragusa

Despar, consegna a domicilio a Messina e Ragusa

Economia Sicilia, Blogsicilia
Di fronte a un’emergenza che interessa aspetti sanitari, economici e logistici, le Aziende del Consorzio Despar si sono prontamente adoperate su tutto il territorio italiano con una serie di iniziative per tutelare la sicurezza dei clienti e degli operatori dei punti vendita, garantendo l’accesso ai beni distribuiti in una situazione difficile come l’attuale. Un capitolo sul quale le Aziende del Consorzio Despar stanno lavorando è la realizzazione e miglioramento dei servizi di consegna a casa della spesa. In Piemonte il servizio è stato attivato nella città di Asti. Nel Centro Sud la consegna a domicilio e il servizio di ritiro presso il punto vendita sono attivi nelle città di Corato, Pescara, Rende e Melfi, dove stanno venendo potenziati per far fronte al picco di richieste pervenu...
Il virus delle coscienze e le scorciatoie di chi ci governa

Il virus delle coscienze e le scorciatoie di chi ci governa

Opinioni
La via più breve non porta in Paradiso, diceva qualcuno. E mai adagio fu più appropriato nella situazione in cui, maledettamente, ci siamo venuti a trovare in questi mesi infausti. Il virus sta corrodendo le nostre certezze, ha contaminato le nostre coscienze ma non ha ancora obnubilato le nostre intelligenze. Siamo figli dello spirito dell'Occidente, di una cultura laica, del razionalismo e della scienza. Siamo figli del progresso, dello studio, della ricerca e del coraggio. Ma, abbiamo capito, siamo anche figli della superficialità e della strafottenza e abbiamo confuso, forse troppo, la libertà con il libertinismo che certo è nemico dei doveri ma è anche l'avversario più forte dei diritti. Ci chiediamo: a che punto dobbiamo arrivare? Sorprende, per esempio, la richiesta del governat...