sabato, Ottobre 24
Shadow

Tag: Taormina

Turismo di lusso: Invitalia e Luxury Private investono 34 milioni in Sicilia

Turismo di lusso: Invitalia e Luxury Private investono 34 milioni in Sicilia

Economia Sicilia
Tre hotel di lusso a Palermo, Siracusa e Taormina per intercettare il turismo di lusso, con la creazione di oltre 100 nuovi posti di lavoro. La società Luxury Private Properties, controllata dalla famiglia Giotti di Firenze, rafforza il ruolo di player del lusso in Sicilia. L’investimento è di 34 milioni di euro, di cui 14,5 concessi da Invitalia attraverso il Contratto di Sviluppo. Il piano prevede la riqualificazione dell’Hotel Excelsior di Palermo, storica struttura nel centro della città, che passerà da 4 a 5 stelle lusso, anche grazie alla creazione di un’ampia area benessere e SPA con piscina. A Siracusa il complesso alberghiero Des Etrangers sarà innalzato di categoria per diventare un hotel 5 stelle lusso: 62 camere con centro congressi, SPA e ristorante panoramico. Il pro...
Taormina, al Grand Hotel San Pietro cene stellate “a quattro mani”

Taormina, al Grand Hotel San Pietro cene stellate “a quattro mani”

De Gusto
Quattro chef stellati per un’intera estate gourmet: il Grand Hotel San Pietro di Taormina inaugura la stagione estiva con Dining with the Stars, un ciclo di appuntamenti all’insegna dell’alta cucina. Ogni mese, da giugno a settembre, il ristorante dell’hotel “Il Giardino degli Ulivi” ospiterà un diverso chef stellato che, insieme al Resident Chef, delizierà gli ospiti con il meglio dell’arte culinaria italiana. Protagonisti delle serate saranno gli Chef Tony Lo Coco, Vincenzo Candiano, Paolo Cappuccio e Pasquale Palamaro. Tema delle cene stellate “a quattro mani” sarà la cucina mediterranea, rivisitata dalla creatività e dall’estro dei diversi interpreti. A fare gli onori di casa lo Chef Angelo Franzò, che dal marzo 2017 presenta i suoi piatti nell’esclusiva atmosfera del ristorante “Il...
G7, a Taormina si serve l’Olio per la pace degli Oleifici Barbera

G7, a Taormina si serve l’Olio per la pace degli Oleifici Barbera

Agricoltura
Tutto pronto per il 43º vertice del G7 che radunerà, il 26 e il 27 maggio, i potenti della terra in Sicilia. Per tutto il mese di maggio, i clienti dei ristoranti di Taormina e del circuito Le Soste di Ulisse, troveranno sulle loro tavole una bottiglia da 250ml di “Olio per la pace”. Il formato da 100ml sarà invece omaggiato agli ospiti degli hotel che, durante il vertice mondiale, soggiorneranno nella cittadina siciliana.   L’Olio per la Pace vuole promuovere l’impegno socio culturale della Sicilia nei confronti della tutela dell’ambiente e delle attività che favoriscono lo sviluppo sostenibile, attraverso la cooperazione e l’integrazione culturale. E’ un olio 100% italiano, ottenuto da olive della varietà Cerasuola, Biancolilla e dalle 381 cultivar nazionali e internazionali c...
Taormina, il Comune toglie l’acqua agli alberghi morosi

Taormina, il Comune toglie l’acqua agli alberghi morosi

Turismo
Il comune di Taormina ha deciso di staccare l'acqua ad alcune strutture alberghiere della località turistica che devono dare alle casse comunali fino a 50mila euro di arretrati e non si sono, finora, messi in regola. L'altro ieri si è svolta una riunione tra amministrazione, tecnici di acquedotto, Asm e vigili urbani, per avviare il programma dei distacchi dell'erogazione a rinomate strutture ricettive che non sono, secondo gli uffici preposti, in regola, da anni, con i pagamenti della bolletta dell'acqua. Si andrà al ritmo di due distacchi al giorno nelle giornate di giovedì, venerdì è lunedì. Il piano antimorosi è stato predisposto, a suo tempo, dall'assessore al Bilancio e Contenzioso, Salvo Cilona ed era stato anche annunciato mediante appositi manifesti, a firma del sindaco, Eli...
Antonio Presti: “Consegneremo Le Rocce di Taormina alla società civile”

Antonio Presti: “Consegneremo Le Rocce di Taormina alla società civile”

Primo piano
 Un luogo dimenticato per oltre 50 anni che rinascerà con l’arte, uno spazio profanato che ritorna a vivere in nome del paesaggio e con il valore etico ed estetico che ha sempre caratterizzato le azioni di Fiumara d'Arte.  «Per più di mezzo secolo un incantesimo si è impossessato di questo meraviglioso luogo, dove la natura ha preso il sopravvento e dove il principale obiettivo futuro sarà quello di costruire attorno al paesaggio un nuovo codice di fruizione, per aprire l'ex Villaggio di Mazzarò alla luce e alla bellezza. Questo scempio è frutto di una responsabilità collettiva, che oggi non possiamo attribuire a un potere di turno, visto l’interminabile tempo trascorso tra la dimenticanza e l’indolenza: è una responsabilità del popolo siciliano che ha consegnato questi luoghi al nulla e ...
Taormina, il Villaggio Le Rocce alla Fondazione Fiumara d’Arte

Taormina, il Villaggio Le Rocce alla Fondazione Fiumara d’Arte

Economia Sicilia
Fare di un villaggio turistico abbandonato e ormai diventato simbolo di spreco un centro d’arte e di cultura, con un omaggio alla bellezza a due passi da Taormina. E’ il progetto di Antonio Presti, il mecenate messinese, per il Villaggio Le Rocce di Taormina: la Città metropolitana di Messina ha deliberato la concessione a Presti (in verità alla Fondazione Fiumara d’arte creata da Presti) in comodato d’uso del villaggio, figlio della regione imprenditrice, costruito nella pregevole area di Mazzarò, inaugurato nel 1954 e poi abbandonato fino alla chiusura avvenuta nel 1972.  La determina (che risale al 18 novembre) porta la firma del Rup Vincenzo Gitto. (altro…)